Days of Joy
L'età non conta...

Red Bull Epic Rise 2018
Tra gas, fango e pioggia

Enduro Sprint
Husqvarna vi aspetta a Bisano di Monterenzio

Brian Bogers injury update
Iniziata la riabilitazione

Suzuki news
Presentata la RM-Z250 2019

Kit PBR Mecdraulic
Frizione idraulica per tutti!

Italiano Enduro Under23/Senior
Sant’Angelo in Vado incorona i primi Campioni 2018

Supermoto European Championship 2018 - Salonicco
Thomas Chareyre torna e vince in ...

Internazionali d'Italia Supercross
Anche a Verolanuova è Pellegrini il Supercampione

18 marzo 2018
Condividi questa notizia

Mondiale Enduro 2018 - GP Finlandia

Jukola e Remes dominano sulla neve di casa - VIDEO

Dominio dei piloti locali, ma gli “stranieri” si difendono bene con Holcombe, McCanney, Freeman e Salvini. Per i colori azzurri ottime prestazione anche di Dany Philippaerts e Thomas Oldrati





L'inverno è lungo e freddo in Finlandia. Da fine novembre, il freddo e la neve prendono il sopravvento nel paese scandinavo e il termometro fluttua allegramente sotto i 10 gradi centigradi. A Vierumäki, 200 chilometri a nord di Helsinki, luogo di partenza dell’83a edizione della Päijänne, la temperatura era di -13 gradi! Questo primo round dell’Enduro World Championship ha offerto condizioni di gara completamente diverse rispetto a quelle dell'edizione 2017, dove la neve era scarsa. Questo non ha scoraggiato i 180 piloti del Gran Premio di Finlandia che hanno corso senza sosta per tutto il weekend.

SABATO
Gara massacrante il primo giorno con i piloti in sella per dodici ore e trenta minuti, con sedici prove speciali a tempo distribuite su oltre 400 chilometri. "Ho freddo ..." ha confessato il campione del mondo Junior 2017, Brad FREEMAN (GB - Beta Boano) al controllo del tempo a Jämsä ... "Abbiamo appena fatto un lungo trasferimento di un'ora che sembrava infinito! Ma mi piace molto correre in queste condizioni davvero diverse e mi sto divertendo molto! " Un'opinione non necessariamente condivisa da alcuni concorrenti come Loïc LARRIEU (F - Yamaha) e Christophe CHARLIER (F - Beta) , o quelli con problemi come Davide GUARNERI (I - Honda RedMoto) che è caduto pesantemente nella Speciale 2. La giornata è iniziata su terreno ghiacciato, i primi test della giornata sono molto diversi da quelli dalla speciale 4 in poi dove la neve abbondante - più di 60 centimetri - ha amplificato l'estrema difficoltà di Päijänne 2018. "Le impostazioni che avevo all'inizio della giornata non erano adatte alla neve polverosa e ho faticato sempre di più" ha ammesso Matthew PHILLIPS (AUS - Sherco), frustrato, perdendo tempo a metà strada. Inutile dire che in tali condizioni, gli specialisti finlandesi (TAMMINEN, ERIKSSON, AJALA ...) hanno guidato a pieno gas. A partire dal leader Aleksi JUKOLA (KTM) fino a metà giornata prima che Eemil POHJOLA (Gas Gas), ex pilota junior nel Campionato del Mondo, subentrasse dopo il test 9, dopo aver spinto forte per colmare il divario sul pilota KTM. Purtroppo, POHJOLA è stato costretto al ritiro nella speciale 13 a causa di un problema meccanico lasciando la vittoria a Jukola.
Il pilota della TM Factory Eero Remes ha dovuto lottare duramente nella classe E2 contro un altro finlandese, Matti OIKARI (Honda), mentre il duo italiano Alex SALVINI (Husqvarna Zanardo), Deny PHILIPPAERTS (Beta Boano) ha combattuto una splendida battaglia nel corso della giornata per la posizione finale del podio. Alex SALVINI è arrivato terzo e ha confermato la sua eccellente forma e il suo promettente inizio di stagione. Ma merita una menzione speciale Deny PHILIPPAERTS che ha ottenuto un brillante 4 ° posto, il migliore dal suo debutto nel Campionato del Mondo 8 anni fa. È stata una sorpresa anche il 5° posto di Joshua GOTTS (IRL - TM Electraction) al suo miglior risultato nel Campionato del Mondo che ha preceduto PHILLIPS, LARRIEU, OLDRATI e CHARLIER. Dopo il ritiro di Eemil POHJOLA, è stato Jamie MCCANNEY (GB - Yamaha) ad essere il migliore nella categoria E1, nonostante la superba prestazione del suo connazionale Brad FREEMAN. Il pilota ufficiale Yamaha Outsiders ha ottenuto una splendida e inaspettata vittoria il primo giorno di questo "temibile" GP di Päijänne. Il pilota inglese ha respinto gli attacchi del pilota locale Jussi ARVAJA, che è arrivato secondo, e FREEMAN che ha chiuso terzo davanti ad Antoine BASSET (F - Gas Gas), tornato in gara dopo un grave infortunio al ginocchio che lo ha messo da parte per più di una stagione.
Steve HOLCOMBE (GB - Beta) ha onorato il suo numero classificandosi come il migliore degli "stranieri" in Enduro 3, grazie alla sua guida fluida, perfetta per le condizioni nevose. Il Campione del Mondo EnduroGP 2017 si è assicurato un brillante 5 ° posto contro i piloti locali JUKOLA, ERICSSON e TAMMINEN che erano inavvicinabili oggi. Il pilota ufficiale della BETA ha segnato punti importanti per il resto della stagione, anche se Danny MCCANNEY (GB) e Christophe NAMBOTIN (F) Gas Gas Factory hanno ottenuto buoni risultati, terminando rispettivamente al 7 ° e all'8 ° posto.

DOMENICA
Il due volte campione del mondo Eero REMES (TM) è stato il primo a giungere ad Helsinki, insieme al suo connazionale Eemil POHJOLA (Gas Gas), che ha cercato di vendicarsi dopo il guasto meccanico del Day 1. Ma nessuno poteva avvicinarsi alla velocità e alla precisione di REMES che ha vinto brillantemente la categoria EnduroGP, mentre Aleksi JUKOLA (KTM) ha conquistato il terzo posto.
Eero REMES è stato inarrestabile non solo nella EnduroGP ma anche in E2. Il finlandese è stato più che a suo agio su questo terreno innevato, ma ha dovuto tenere d'occhio Alex SALVINI (Husqvarna Zanardo), molto veloce e determinato, che ha concluso con uno splendido secondo posto. SALVINI è sicuro di essere uno dei favoriti per il titolo del 2018 e il suo ritorno al Team Jolly Zanardo sembra essere stato molto positivo. Matthew PHILLIPS (AUS - Sherco) desiderava disperatamente migliorare dopo il primo giorno e il suo sorriso di sollievo oggi per il terzo posto contrastava con il suo viso infelice il giorno prima. L'australiano ha ammesso di aver sofferto molto le condizioni ma il pilota della Sherco ha conquistato il suo primo podio dell'anno lottando con determinazione. Soffrendo in entrambi i giorni, Loïc LARRIEU (F - Yamaha) ha limitato i danni finendo quarto davanti a un solido Thomas OLDRATI (I - Red Moto) e un consistente Deny PHILIPPAERTS (I - Beta Boano ) - che è stato nuovamente sotto i riflettori con un eccellente 6 ° posto, davanti a un coraggioso Christophe CHARLIER (F - Beta).
In E1, Jamie MCCANNEY (GB - Yamaha) non è riuscito a replicare la vittoria del Day 1, finendo quinto. Ciononostante ha portato la sua Yamaha WR250, in cima alla classifica generale con un piccolo margine su un Brad FREEMAN incredibilmente forte (Beta Boano). L'inglese ha impressionato, non solo per la sua velocità ma anche per la sua tranquillità. Terzo oggi, il campione del mondo junior 2017 non è stato in grado di arginare i due finlandesi, Eemil POHJOLA e Henry OLENIUS. Una grande consolazione per questi due piloti dopo le delusioni di sabato e una grande vittoria per il pilota della GasGas Eemil POHJOLA, che troveremo per l'intera stagione nella squadra factory gestita da Giovanni SALA.
Anche se meno impressionante del primo giorno, Aleksi JUKOLA (SF - KTM) ha brillato di nuovo davanti al pubblico di casa e ha vinto la classe E3 davanti a Tony ERIKSSON (SF - KTM). Ma Steve HOLCOMBE (GB - Beta) è sembrato ancora molto a suo agio in queste condizioni di gara, prendendo il sesto posto in EnduroGP e guadagnandosi il primo podio dell'anno nell'E3. Lo stile di guida regolare e preciso del britannico ha fatto meraviglie nella neve scandinava e gli ha fatto guadagnare punti preziosi per la stagione. Bel finale di weekend anche per il pilota della Gas Gas Danny MCCANNEY (GB) che ha tenuto duro per il 4 ° posto in una battaglia con Marko TARKKALA (SF-TM), che ha ancora molto ritmo nonostante si sia ritirato dal Mondiale diversi anni fa. Christophe NAMBOTIN (F - Gas Gas) ha limitato il danno terminando settimo.





VUOI MANDARE IL TUO COMMENTO? REGISTRATI E FAI IL LOGIN!