Mondiale WMX 2017 - Loket
Vince la Duncan, Fontanesi sfortunata

Baja Aragon 2017
Poker per Joan Barreda

Mondiale Enduro Youth Cup
Andrea Verona Campione 2017

Mondiale EnduroGP 2017 - Portogallo
Steve Holcombe allunga il passo

Mondiale MXGP 2017 - Loket
Cairoli mette la sesta e allunga

Internazionali d'Italia SX 2017 - Arzachena
La Superfinale è di Adam Chatfield

AMA Pro Motocross Championship - Spring Creek
Marvin Musquin torna alla vittoria

VIDEO MX Trainer
Ecco la prima app per il fuoristrada!

Campionato Italiano MX1-MX2 2017
Ivo Monticelli ed Alessandro Lupino vincono a ...

Campionato Italiano MX Junior 2017
Facchetti, Adamo, Lata e Zanchi i primi vincitori

16 aprile 2017
Condividi questa notizia

Mondiale MXGP 2017 - Trentino

Tony Cairoli immenso! - VIDEO

Il pilota italiano si aggiudica il GP del Trentino con una vittoria in gara 1 e una strepitosa rimonta fino al secondo posto in gara 2. Sul podio Tim Gajser e Arnaud Tonus. In MX2 prima vittoria per il sedicenne Jorge Prado García



Ci sono vittorie che entrano di diritto nella storia e che saranno ricordate per sempre come alcune delle più belle di tutti i tempi; quella del GP del Trentino 2017, la settantanovesima della sua carriera, è una di queste. Con un fine settimana praticamente perfetto, iniziato con la splendida vittoria nella gara di qualifica del sabato, il pilota del Red Bull KTM Factory Racing team è riuscito a regalare alle migliaia di tifosi accorsi all’ombra delle Dolomiti per vederlo correre, un emozione incredibile, frutto di una prestazione esaltante. Partito in testa in gara uno, Cairoli ha battagliato con Gajser durante il primo giro, quando lo sloveno lo ha attaccato passandolo, rispondendo colpo su colpo e prendendo subito un piccolo margine di vantaggio, che è riuscito a conservare fino al traguardo, precedento un soprendente Tonus e lo stesso Gajser.
In gara due Tony esce bene dal cancello, curva secondo ma cade alla seconda curva, ripartendo ventiduesimo, su una pista ben nota per la difficoltà dei sorpassi. La rimonta furiosa, iniziata ancor prima della terza curva, spingendo la sua KTM 450 SX-F per ripartire in fretta, lo porta in trenta minuti e due giri a recuperare ben 20 posizioni e più di 15 secondi sulla testa della gara, facendo segnare tempi sul giro stratosferici e mettendo in mostra una grinta inesauribile, concretizzata in sorpassi fantastici ai danni degli avversari, passati uno dopo l’altro. Con il pubblico di Arco di Trento in visibilio, Antonio Cairoli è passato sotto la bandiera a scacchi secondo, dietro a Gajser e davanti a Bobryshev, aggiudicandosi per la terza volta in cinque edizioni il Gran Premio del Trentino e portando ancora una volta il tricolore a sventolare dal pennone più alto del podio della MXGP. In classifica generale l’otto volte Campione del Mondo è sempre secondo, con un distacco ridotto a diciotto lunghezze da Gajser. Prossimo appuntamento con la MXGP tra sette giorni in Olanda per il Gran Premio d’Europa.
Antonio Cairoli: “Sono molto felice, mi sento in gran forma e inizio a sentirmi a mio agio con la moto anche su piste come questa, con un fondo a me non molto congeniale. Gara due è stata molto divertente, sono partito secondo, ma alla seconda curva sono caduto, colpito da diversi piloti. Ero piuttosto arrabbiato con me stesso e mi sono detto che dovevo assolutamente almeno salire sul podio oggi, così ho fatto tutto il possibile per rimontare da oltre la ventesima posizione, trovando i posti dove passare. Poi, quando sono arrivato alla settima e ho visto il resto del gruppo, ho capito che avrei potuto riprendere Bobryshev che era secondo e provare a vincere la gara. Così ho continuato a spingere e spingere, provando a fare più sorpassi possibile ed ha funzionato; sono molto felice! Ci sono stati momenti al limite ma se vuoi vincere, devi anche prenderti dei rischi. E’ stata una gara davvero speciale, uno dei miei migliori GP di sempre! Ora non vedo l’ora che arrivi la prossima gara a Valkenswaard, perché è tempo di spingere e io sono pronto a farlo.”
Prima vittoria di Gran Premio per il giovanissimo Jorge Prado nella MX2. Lo spagnolo ha chiuso a pari punti con Pauls Jonass ma si è aggiudicato l’assoluta grazie al migliore piazzamento nella seconda manche. Jonass si è consolato riprendendo la Tabella Rossa di leader in Campionato davanti a Jeremy Seewer, solo sesto ad Arco. Ottimo terzo posto per Julien Lieber che, da privato, sta dando del filo da torcere ai piloti ufficiali ed è in lotta per il campionato.

MXGP Race 1 Top Ten: 1. Antonio Cairoli (ITA, KTM), 33:35.084; 2. Arnaud Tonus (SUI, Yamaha), +0:02.278; 3. Tim Gajser (SLO, Honda), +0:06.158; 4. Gautier Paulin (FRA, Husqvarna), +0:07.369; 5. Clement Desalle (BEL, Kawasaki), +0:09.722; 6. Jeremy Van Horebeek (BEL, Yamaha), +0:11.423; 7. Evgeny Bobryshev (RUS, Honda), +0:40.550; 8. Romain Febvre (FRA, Yamaha), +0:42.972; 9. Kevin Strijbos (BEL, Suzuki), +0:44.773; 10. Shaun Simpson (GBR, Yamaha), +0:47.504.

MXGP Race 2 Top Ten: 1. Tim Gajser (SLO, Honda), 33:36.300; 2. Antonio Cairoli (ITA, KTM), +0:04.165; 3. Evgeny Bobryshev (RUS, Honda), +0:06.147; 4. Jeffrey Herlings (NED, KTM), +0:06.881; 5. Clement Desalle (BEL, Kawasaki), +0:08.830; 6. Gautier Paulin (FRA, Husqvarna), +0:10.714; 7. Arnaud Tonus (SUI, Yamaha), +0:12.642; 8. Jeremy Van Horebeek (BEL, Yamaha), +0:15.933; 9. Maximilian Nagl (GER, Husqvarna), +0:23.945; 10. Glenn Coldenhoff (NED, KTM), +0:31.173.

MXGP Overall Top Ten: 1. Antonio Cairoli (ITA, KTM), 47 points; 2. Tim Gajser (SLO, HON), 45 p.; 3. Arnaud Tonus (SUI, YAM), 36 p.; 4. Evgeny Bobryshev (RUS, HON), 34 p.; 5. Gautier Paulin (FRA, HUS), 33 p.; 6. Clement Desalle (BEL, KAW), 32 p.; 7. Jeremy Van Horebeek (BEL, YAM), 28 p.; 8. Jeffrey Herlings (NED, KTM), 25 p.; 9. Maximilian Nagl (GER, HUS), 22 p.; 10. Arminas Jasikonis (LTU, SUZ), 19 p.

MXGP Championship Top Ten: 1. Tim Gajser (SLO, HON), 201 points; 2. Antonio Cairoli (ITA, KTM), 183 p.; 3. Clement Desalle (BEL, KAW), 151 p.; 4. Evgeny Bobryshev (RUS, HON), 145 p.; 5. Gautier Paulin (FRA, HUS), 145 p.; 6. Jeremy Van Horebeek (BEL, YAM), 144 p.; 7. Romain Febvre (FRA, YAM), 106 p.; 8. Arnaud Tonus (SUI, YAM), 101 p.; 9. Maximilian Nagl (GER, HUS), 95 p.; 10. Kevin Strijbos (BEL, SUZ), 90 p.


MX2 Race 1 Top Ten: 1. Pauls Jonass (LAT, KTM), 34:10.629; 2. Jorge Prado Garcia (ESP, KTM), +0:01.498; 3. Julien Lieber (BEL, KTM), +0:02.887; 4. Vsevolod Brylyakov (RUS, Kawasaki), +0:11.055; 5. Thomas Kjer Olsen (DEN, Husqvarna), +0:33.985; 6. Michele Cervellin (ITA, Honda), +0:37.855; 7. Calvin Vlaanderen (NED, KTM), +0:39.695; 8. Brian Hsu (GER, Husqvarna), +0:41.316; 9. Jeremy Seewer (SUI, Suzuki), +0:45.901; 10. Conrad Mewse (GBR, Husqvarna), +0:50.089.

MX2 Race 2 Top Ten: 1. Jorge Prado Garcia (ESP, KTM), 33:41.859; 2. Pauls Jonass (LAT, KTM), +0:02.010; 3. Thomas Covington (USA, Husqvarna), +0:03.078; 4. Jeremy Seewer (SUI, Suzuki), +0:03.503; 5. Julien Lieber (BEL, KTM), +0:13.092; 6. Thomas Kjer Olsen (DEN, Husqvarna), +0:23.083; 7. Brian Bogers (NED, KTM), +0:43.966; 8. Samuele Bernardini (ITA, TM), +0:46.843; 9. Brent Van doninck (BEL, Yamaha), +0:49.002; 10. Vsevolod Brylyakov (RUS, Kawasaki), +0:49.844.

MX2 Overall Top Ten: 1. Jorge Prado Garcia (ESP, KTM), 47 points; 2. Pauls Jonass (LAT, KTM), 47 p.; 3. Julien Lieber (BEL, KTM), 36 p.; 4. Thomas Kjer Olsen (DEN, HUS), 31 p.; 5. Thomas Covington (USA, HUS), 30 p.; 6. Jeremy Seewer (SUI, SUZ), 30 p.; 7. Vsevolod Brylyakov (RUS, KAW), 29 p.; 8. Brent Van doninck (BEL, YAM), 21 p.; 9. Brian Bogers (NED, KTM), 16 p.; 10. Conrad Mewse (GBR, HUS), 16 p.

MX2 Championship Top Ten: 1. Pauls Jonass (LAT, KTM), 192 points; 2. Jeremy Seewer (SUI, SUZ), 183 p.; 3. Julien Lieber (BEL, KTM), 175 p.; 4. Thomas Kjer Olsen (DEN, HUS), 158 p.; 5. Benoit Paturel (FRA, YAM), 147 p.; 6. Brent Van doninck (BEL, YAM), 123 p.; 7. Jorge Prado Garcia (ESP, KTM), 117 p.; 8. Thomas Covington (USA, HUS), 113 p.; 9. Vsevolod Brylyakov (RUS, KAW), 110 p.; 10. Michele Cervellin (ITA, HON), 99 p.


i vostri commenti (1)

  • rimpicciolisci il testo
  • ingrandisci il testo
  • stampa
  • invia mail
  • lascia commento

Non ci sono parole.

ga0102 (18/04/2017 h. 12.37 )

Purtroppo non è più possibile vedere ambedue le manche in tv e anche ieri mi sono dovuto accontentare della seconda, in differita e con un commento insuffciente (voglio essere generoso...). Mi sono però entusiasmato per quello che, secondo me (e non solo) è il più grande pilota italiano di tutti i tempi e di tutte le categorie. Speriamo che i media se ne accorgano, prima o poi!


VUOI MANDARE IL TUO COMMENTO? REGISTRATI E FAI IL LOGIN!