Afriquia Merzouga Rally
E' sempre dominio Honda

Brian Bogers injury update
Nuovo infortunio!

Afriquia Merzouga Rally
Joan Barreda vince ancora

Campionato Italiano Enduro Major
La stagione 2018 parte da Colliano (SA)

Mercato piloti AMA Supercross
Zach Osborne rinnova con Husqvarna

Campionato Italiano Flat Track 2018
A Cecchini la prima di Lonigo

Campionato Italiano MX Prestige
A Ponte a Egola ci sono anche Chiodi e Philippaerts

Afriquia Merzouga Rally
Joan Barreda, esordio prorompente

Supermoto European Championship 2018
Entry List seconda prova

Il tricolore Major si tinge nuovamente di arancione
Torna il Challenge KTM Enduro 2018

16 aprile 2018
Condividi questa notizia

Mondiale MXGP - Portogallo

Tony Cairoli: che sassata!

Un sasso ha colpito in viso il pilota italiano in gara 1, rompendogli gli occhiali e rendendo difficili entrambe le manche

Il round portoghese della MXGP è stato ospitato sulla terra rossa della pista di Agueda, 100 km a sud della città di Porto, ma la pioggia caduta nella notte tra il sabato e la domenica ha reso il tracciato insidioso e pieno di canali profondi e buche. Cairoli ha fatto una buona partenza in entrambe le manche, ma in gara uno ha perso alcune posizioni dopo il contatto con un altro pilota, prima che un sasso lo urtasse violentemente al volto, rompendogli la maschera e danneggiandogli l’arcata sopracciliare destra. Il pilota azzurro è riuscito comunque a recuperare, fino ad agguantare un fantastico secondo posto. La seconda partenza è andata di nuovo bene e TC222 è rimasto testa, seguito solo dal compagno di marca Herlings che lo ha superato al secondo giro. Anche con il problema all’occhio Tony è riuscito comunque a riportare a casa un ottimo 2-2 ed un secondo posto assoluto, conquistando così il quinto podio della stagione ed il 150 ° della sua incredibile carriera. Il sesto round della MXGP 2018 sarà ospitato in Russia tra due settimane sulla pista di motocross di Orlyonok.

Antonio Cairoli: “Nella prima manche di oggi sono scattato bene dal cancello ma alla prima curva ho commesso un errore; sono andato un po’ troppo largo e alla seconda curva un pilota mi si è fermato davanti, rallentandomi e facendomi scivolare in decima posizione, poi ho spento la moto in un canale e ho perso ancora più posizioni. Come se non bastasse, un sasso mi ha colpito in faccia, rompendomi la maschera e rendendo difficile l’inizio della gara. Per fortuna poi ho trovato delle buone linee che passavano fuori dai canali ed ho rapidamente potuto superare molti piloti, il che ha salvato la mia gara, conclusa al secondo posto, cosa della quale sono davvero contento. Nella seconda manche la mia partenza è stata perfetta, e ho fatto un paio di giri tirati in testa, prima di iniziare a sentire fastidio all’occhio. Dopo l’urto della prima manche infatti, si stava gonfiando e spingeva sulla maschera, disturbandomi la vista. Ho perso la concentrazione ed ho commesso alcuni piccoli errori, permettendo così a Jeffrey di passarmi. Poi l’ho visto cadere ed ho cercato di riavvicinarmi ma lui ha ripreso a spingere. Ad ogni modo sono contento dei due secondi posti, soprattutto considerando che al momento non sono ancora al 100% con la preparazione fisica, perché la stagione è ancora molto lunga. Ora non vedo l’ora che arrivi il prossimo GP in Russia tra due settimane.”



VUOI MANDARE IL TUO COMMENTO? REGISTRATI E FAI IL LOGIN!