Novità 2019
Honda CRF450XR - XR Supermoto

ISDE 2018 - Day 1
Italia quarta nel World Trophy e prima nel Junior World Trophy

Nazionali Motocross e Supermoto 2018
I piloti premiati ad EICMA

Italiano Enduro 2019
Pubblicato il calendario ufficiale

AUS-X OPEN Supercross 2018
Jason Anderson si conferma Campione!

Sic Supermoto Day 2018
Aperte le iscrizioni

World Enduro Super Series 2018
Primo titolo a Billy Bolt

Eicma Motolive
Gran finale con gli Internazionali d’Italia 2018

Eicma Motolive
Finale Challenge WR Yamaha Enduro

02 settembre 2018
Condividi questa notizia

Finali Campionato Italiano MX Junior 2018

A Esanatoglia si chiariscono i giochi

Sulla pista marchigiana vincono Guadagnini 125cc., Russi S.85cc., Salvini J.85cc., Rispoli C.65cc. Nel Challenge Yamaha YZ125cc. si impone D’Aniello

Dopo la pausa estiva, il campionato italiano MX Junior 2018 ha ripreso il suo cammino con la seconda delle tre finali previste in programma. Lo scenario incantevole delle colline marchigiane ha fatto da cornice alle combattute gare che si sono disputate al “Gina Libani Repetti” di Esanatoglia, in provincia di Macerata. Gli uomini del Moto Club Esanatoglia, capitanati dal Presidente Paolo Procaccini, hanno lavorato all’unisono con lo staff tecnico della Federazione Motociclistica Italiana, riuscendo a preparare un terreno degno di una manifestazione internazionale e i piloti si sono trovati ad affrontare un percorso molto tecnico, che alla fine dei giochi ha esaltato le qualità dei più esperti e dei più preparati.

Nella 125, si conferma leader incontrastato di categoria Mattia Guadagnini (1°/1° HSQV) che ha guidato indisturbato dal primo all’ultimo giro entrambe le manche disputate. In seconda posizione ha chiuso la gara il marchigiano Gioele Palanca (2°/2° – HSQV / G.S. Fiamme Oro Milano) che ha sfruttato al meglio il “fattore campo”. Ha completato il podio Lorenzo Corti (3°/3° – KTM – MGR Motocross Team). Quarta posizione di giornata per Pietro Razzini (4°/4° – MRT Fiamme Oro) seguito da Max Ratschiller (9°/6° – KTM) mentre la della Hole Shot ProGrip di categoria è andata a Andrea Rossi (KTM / G.S. Fiamme Oro Milano). In classifica generale, Guadagnini guida a punteggio pieno (480 punti) su Corti, distanziato di 229 lunghezze. A Ottobiano, gli basterà conquistare 11 punti, per laurearsi campione.

Nel Challenge Yamaha bLU cRU con la doppia affermazione di Esanatoglia, rimane a punteggio pieno, Michele Pablo D’Aniello (1°/1° – Yamaha Maurizio Cattai), ottimo 6° assoluto nella classifica di Campionato Italiano. Seconda posizione per Davide Costantini (2°/3° – Simoncini Racing) seguito da Davide Nardi (4°/2°Yamaha Team Lacroce).

Nella 85cc. SENIOR grande performance di Valerio Lata (KTM – 2°/1°) che nella prima frazione ha rimontato una partenza non eccezionale fino al secondo posto ma che ha dato il meglio di se in gara 2 quando, dopo aver conquistato la Hole Shot ProGrip e aver perso la sella al primo passaggio, è riuscito comunque a mantenere un ritmo elevato fino alla conquista della prima posizione che gli ha permesso di salire sul gradino più alto del podio. In seconda posizione ha chiuso la gara Tiberio Mazzantini (1°/3° – KTM) seguito da Daniel Gimm (6°/2° – Yamaha Team Lacroce). Al quarto posto si è piazzato Alberto Ladini (5°/4° – KTM). Giornata da dimenticare per Matteo Luigi Russi (9°/5° – KTM) che era arrivato a Esanatoglia da leader della classifica anche se a pari punti con Lata e che ora si trova distanziato dal leader di 120 punti. Mazzantini invece, è risalito in seconda posizione a 90 lunghezze da Lata, ora leader solitario con 420 punti.

Nella 85cc. JUNIOR equilibrio ristabilito dopo due gare a seguito della doppia vittoria di Ferruccio Zanchi (1°/1° HSQV – MRT) che ha avuto la meglio su Nicola Salvini (2°/2° HSQV – Bardahl MX Junior Team). Zanchi ha sfruttato al meglio le sue doti di scattista che lo hanno visto transitare per due volte in testa al primo passaggio, riuscendo a conquistare due perentorie vittorie, mentre Salvini è stato autore di una prova tanto veloce quanto sfortunata facendo segnare per due volte il giro veloce in gara ma “pagando” oltre modo una serie di piccoli errori durante le fasi di doppiaggio di alcuni concorrenti più lenti. In gara 2 il suo miglior crono è stato di 4.7 secondi più veloce rispetto il miglior crono di Zanchi. I due, dopo quattro manche disputate si trovano appaiati in classifica generale a 440 punti e tutto ripartirà da “zero” nell’ultimo appuntamento di Ottobiano. In terza posizione ha completato il podio Simone Mancini (3°/4° KTM) autore di un’ottima prima manche, seguito da Nathan Mariani (14°/3° – KTM) che dopo una prima manche da dimenticare si è ampiamente rifatto nella seconda conquistando la Hole Shot ProGrip e il terzo posto. Quinta posizione per Marco Zagaglia (8°/5° – KTM).

Gara divisa in due parti per i CADETTI che hanno disputato la prima manche il sabato pomeriggio e la seconda nella mattinata di domenica. Ancora una volta, dopo il successo ottenuto nel round #1, tutti si sono dovuti inchinare allo strapotere di Brando Rispoli(1°/1°KTM – Brilli Peri) che, reduce dalla vittoria del campionato europeo e dal terzo posto al campionato del mondo, ha confermato di essere l’uomo da battere della categoria. Sua anche la Hole Shot ProGrip. Alle sue spalle ha chiuso la gara Alessandro Gaspari (2°/2° – KTM G.S. Fiamme Oro Milano) che segue Rispoli anche in classifica di campionato ma distanziato di 115 punti. Per Rispoli, sembra oramai una formalità anche la conquista del titolo nazionale dato che nell’ultima gara gli basterà conquistare 5 punti. Terzo di giornata Patrick Busatto (3°/4° – Yamaha Team Lacroce) che ha migliorato la prestazione della prima gara di Ponte a Egola. Alle sue spalle, Niccolò Mannini (5°/3° – KTM) seguito da Mattia Barbieri (4°/6° – KTM) che ha chiuso la top five di giornata.

L’appuntamento con il terzo e ultimo round di questo campionato e dove si assegneranno i quattro titoli nazionali in palio è fissato a Ottobiano (PV), il prossimo 21/22 settembre.



VUOI MANDARE IL TUO COMMENTO? REGISTRATI E FAI IL LOGIN!