LS2 Subverter MX470
Una nuova stella tra i caschi off-road

Commissione Sviluppo Attività Sportiva FMI
Le novità del regolamento 2018

AMA Supercross 2018
Barcia sostituisce Millsaps sulla Yamaha

Normativa contro il fuoristrada
Possibile abolizione

Riders4Riders 2017
Appuntamento al Park Cross di Ferrara

S1 Supermoto European Championship
Le novità per il 2018

Mondiale Enduro 2018
Presentato il GP d'Italia

2017 MXGP Season
Crashes Compilation - VIDEO

Regionale Supermoto Lombardia-Piemonte
L'EICMA di Milano incorona i Campioni 2017 ...

Campionato Italiano Enduro 2018
Il calendario ufficiale 2018

17 maggio 2017
Condividi questa notizia

Honda CRF250 Rally

L'off-road per tutti

Immagine da dakariana, ma facilità d’uso adatta ad un pubblico ampio, motore monocilindrico da 24,8 CV. Una moto sorprendente, in vendita a 6.490 euro c.i.m.

Una volta erano le dune del Sahara, oggi sono gli incredibili passaggi sulle Ande. È il grande sogno della Dakar. Un qualcosa capace di contagiare gli appassionati puri di off-road, ma anche noi motociclisti “stradali”. Anche chi ha una moto da turismo molto spesso, toccando con le ruote un semplice sterrato, immagina inconsciamente di muoversi tra le dune del deserto.
Honda lo sa bene, e il lancio della nuova CRF250 Rally va a stuzzicare proprio gli intrepidi e i sognatori. Una moto dall’aspetto volutamente ispirato al modello che corre alla Dakar, su un’infrastruttura semplice e alla portata di tutti. Un’immagine forte, fortissima, di tendenza, pensata per i ragazzi che con la patente A2 vogliono muoversi in città, divertirsi nel week-end e magari affrontare l’off-road in modo spensierato. In quest’ottica, la CRF250 Rally potrà piacere anche a chi ha qualche annetto in più e cerca una “dual sport” per fare tutto, fuori e dentro l’asfalto.
La base tecnica è quella della CRF250L, una enduro tuttofare lanciata nel 2012 e che torna, per il 2017, in configurazione Euro4. Il telaio è un doppio trave in acciaio, le ruote da 21” all’anteriore e 18” al posteriore, il motore un monocilindrico 4 tempi con raffreddamento a liquido, avviamento elettrico, iniezione elettronica e distribuzione bialbero con 4 valvole. Si tratta un propulsore non certo spinto (la potenza massima è di 24,8 CV a 8.500 giri) e infatti presenta intervalli di manutenzione “stradali”: 1,8 litri di olio nel carter, tagliandi ogni 12.000 km, sostituzione candela a 48.000 km. Niente a che vedere con le off-road specialistiche che prevedono interventi “a ore” d’uso. http://www.dueruote.it/notizie/anteprime/honda-crf250-rally-l-off-road-per-tutti



VUOI MANDARE IL TUO COMMENTO? REGISTRATI E FAI IL LOGIN!