Assoluti d’Italia Enduro 2018
Battaglia finale a San Giovanni Bianco (BG)

Sic Supermoto Day
Ufficializzata la settima edizione

Mondiale MXGP 2019
Gautier Paulin con Wilvo Yamaha

Mondiale MXGP 2018
Presentato il GP d’Italia a Imola

Campionato Italiano Motocross Prestige 2018
Titolo MX2 a Michele Cervellin

Mondiale Enduro 2018 - GP Francia
Primi titoli ai giovani Matteo Cavallo e Ruy Barbosa

Campionato Italiano MX Junior
Assegnati a Ottobiano i titoli 2018

World Enduro Super Series 2018
A Josep Garcia l’Hawkstone Park Cross-Country

Campionato Italiano Major 2018
Alessio Paoli si porta a casa il titolo Top Class

13 ottobre 2017
Condividi questa notizia

Oilibya Rally 2017

Nicola Dutto vince anche il deserto marocchino

Risultato incredibile per il pilota paraplegico cuneese che conclude anche l’ultima tappa del mondiale Rally Tout Terrain

Un altro risultato storico si aggiunge al palmarès del pilota Nicola Dutto che ha terminato ieri, tra le dune del deserto marocchino, l’Oilibya Rally 2017, il più grande rally in Africa e ultima tappa della stagione del Mondiale Rally Tout Terrain, organizzato dal team NPO events. Il cuneese è stato l’unico paraplegico a correre a fianco di piloti normodotati, accompagnato dai due ghost rider, Victor Rivera e Pablo Toral, che lo hanno supportato durante la gara.
La difficile prova prevedeva 1800 chilometri da affrontare dal 4 al 10 ottobre nel deserto marocchino. In aggiunta le forti piogge hanno costretto l’organizzazione a modificare il percorso più volte e solo 63 piloti su 76 sono riusciti a terminare la competizione.
Nonostante il ritiro di Pablo Toral per questioni di salute, che ha comportato la perdita di tempo prezioso e di circa 10 posizioni, Nicola Dutto ha tenuto duro e ha tagliato il traguardo come cinquantesimo. “Sono pienamente soddisfatto del risultato perché ha rappresentato un test generale per me e per tutto il mio team – ha affermato il pilota –. Il rally è stato duro e lungo ma noi ci siamo fatti trovare pronti”. Una dimostrazione di preparazione completa e a 360 gradi che fa ben sperare per le sfide future che il pilota dovrà affrontare.



VUOI MANDARE IL TUO COMMENTO? REGISTRATI E FAI IL LOGIN!