Motocross delle Nazioni 2018
Romain Febvre out

AMA Supercross 20190
Honda HRC estende il contratto con Cole Seely

Novità KTM
Presentata la 450 SX-F Herlings Replica

Italiano Motocross Prestige 2018
Chiusura a Città di Castello

Campionato Italiano MX Junior 2018
Finale infuocato a Ottobiano!

Campionato Italiano Enduro Major
Gran finale a Tredozio (FC)

Campionato AMA Supercross
Calendario 2019

Campionato Europeo Enduro
Battig e il Team E50 Campioni 2018!

Trofeo Metzeler Extreme Enduro
Gianluca Martini e la sua Beta conquistano il Black ...

Novità BMW
Svelata la nuova R 1250 GS

02 settembre 2018
Condividi questa notizia

Internazionali d’Italia Supermoto 2018

Schmidt imprendibile anche a Latina

Sul Circuito Internazionale Il Sagittario, vittorie di giornata per Schmidt in S1, Cavagnino in S2, Negri in S3, Giuliano S4 e Verdelli S5

Nonostante i complicati capricci metereologici, anche la quinta prova di Campionato è andata in scena nel migliore dei modi, grazie ad un circuito superlativo e la competente gestione di Gara, capitanata dal Race Director F.M.I. Federico Capogna. Ottima la risposta del Pubblico, accorso numeroso grazie alla riconosciuta spettacolarità del circuito e alla grande promozione effettuata al botteghino.

Nella S1 ancora Marc Schmidt (1°/1° Honda L30 Racing)! In Gara 1 parte in testa Mauno Hermunen (SWM Factory) seguito da Schmidt. Ma già al termine del primo passaggio il pilota di Lazzarini passa a condurre superando Mauno all’ingresso del fuoristrada. A quel punto si forma un gruppo composto da quattro piloti, con in terza posizione Diego Monticelli (TM Factory Racing) e in quarta Andrea Occhini (Honda FRT Racing2). A metà frazione Schmidt allunga su tutti mentre Diego Monticelli “aggangia” Hermunen e lo supera “rubandogli” la scia sul rettilineo di partenza, ma al successivo ingresso del fuoristrada scivola coinvolgendo pure Hermunen che si ritira, mentre Diego riesce comunque a chiudere in 11a piazza. La carambola rimette in gioco Occhini, che giunge così secondo seguito da Fabrizio Bartolini (Honda FRT Racing2). Quarto un ottimo Teo Monticelli (4°/2° TM Race Star) e quinto Edgardo Borella (5°/0° SWM Factory). Ottimo il rientro Elia Sammartin (6°/7° TM – Phoenix Racing Team), anche se non ancora in buona condizione fisica.
Gara 2 deve registrare in griglia la casella vuota di Hermunen in conseguenza del trauma al ginocchio rimediato in gara 1 durante la caduta con Monticelli. Al via invece Marc Schmidt (Honda L30 Racing) si porta subito in testa, seguito da Diego Monticelli, Occhini, Borella e D’Addato. Mentre Borella si ritira già al secondo giro per un problema tecnico, Schmidt comincia ad allungare, una cavalcata solitaria che lo porterà a passare per primo sotto la bandiera a scacchi con un buon margine di vantaggio su tutti. Così la frazione finale diventa determinate per i restanti gradini del podio di giornata, da cui ne rimane fuori lo sfortunato Diego Monticelli (4°/2° TM Factory Racing) nonostante l’ottima prestazione generale. La terza posizione se la aggiudica Andrea Occhini (Honda FRT Racing2), la quarta Fabrizio Bartolini (Honda FRT Racing2) e la quinta Teo Monticelli (4°/5° TM Race Star). La classifica di giornata va ovviamente a favore di Marc Schmidt (1°/1° Honda L30 Racing), seguito da Andrea Occhini (2°/3° Honda FRT Racing2) e Fabrizio Bartolini (3°/3° Honda FRT Racing2). In Campionato conduce Schmidt con 232pt., seguito da Monticelli con 176pt. e da Occhini con 152pt.. Gioele Filippetti (TM) è ancora il miglior Rookie.

S2 Gara 1 – Giulio Lorenzini (Suzuki Valenti) conduce bene tutta la frazione iniziale fin sotto la bandiera a scacchi. Ivan Chiarotti (Honda) attacca subito Gianluca Tiberi (Honda) e conquista la seconda piazza. Fase concitata per la terza posizione, che se la prende il Pole Man Andrea Paoloni (HSQV Team Birba Racing).
S2 Gara 2 – Hole Shot di Andrea Paoloni (HSQV Team Birba Racing), che però si fa spegnere la moto all’ingresso del tratto di fuoristrada, retrocedendo per questo in quarta posizione e lasciando la testa a Lorenzini, seguito da Cavagnino. Paoloni comincia il suo recupero, passa terzo e si mette alla costole di Cavagnino. Al quinto giro il colpo di scena: Lorenzini saldamente al comando cade ben due volte e riparte nono con la pompa del freno anteriore danneggiata, condizione che lo costringe alla 13a piazza. Nel frattempo in testa l’aria tra Cavagnino e Paoloni si fa rovente, entrambi sanno che chi arriva davanti si aggiudica la giornata. Gli ultimi due giri li percorrono quasi affiancati: vince Cavagnino di una mezza moto. Emiliano Cavagnino (4°/1° Honda L30 Racing) si aggiudica così il gradino più alto del podio di giornata, seguito da Andrea Paoloni (3°/2° HSQV Team Birba Racing) e Ivan Chiarotti (2°/4° Honda). In Campionato Lorenzini si conferma comunque in testa con 2.235pt., seguito da Chiarotti con 1.445pt.. In terza piazza, con 1.319pt. ci rimane il rientrante Luc Hunziker (KTM Phoenix Racing Team) nonostante l’opaca prestazione odierna, dovuta ad un infortunio patito nel Campionato svizzero.

Nella S3 (Under 24) vince Kevin Negri (1°/1° Suzuki Valenti), seguito da Nico Grazioli (2°/2° TM) e Christian Bellemo (4°/4° Honda). In Campionato passa a condurre Negri con 219pt., su Erik Tesconi (6°/7° Honda Liguria Racing Valdemi Moto) il quale oggi non ha avuto una giornata redditizia. Terzo, con 189pt., si trova ora Bellemo.

Nella S4 (solo asfalto) la griglia è stata impreziosita da alcuni Riders del CIV, tra cui Davide Giugliano (TM). In gara 1 il Pole Man Kevin Vandi (Honda L30 Racing) conquista la Hole Shot ma è subito inseguito da Davide Giugliano (TM), che lo attacca e lo supera durante il primo giro con una manovra bellissima all’interno di una curva.
Giuliano allunga immediatamente di qualche metro su Vandi, che a sua volta viene raggiunto da Davide Pizzoli (TM). Vandi resiste in seconda piazza per metà frazione, ma poi Pizzoli rompe gli indugi e lo passa raggiungendo anche Giuliano grazie ad una serie di giri in cui fa segnare i migliori tempi. Il resto della gara i due la proseguono praticamente appaiati, con Pizzoli che cerca il sorpasso. Il finish è a panaggio di Giuliano per mezza ruota, seguiti in terza posizione da un Vandi leggermente staccato, certamente con uno sguardo molto rivolto al Campionato.
In gara 2 Davide Giugliano (TM) conquista la Hole Shot e passa così in testa sin dal primo passaggio, seguito Kevin Vandi (Honda L30 Racing), che tiene bene il passo fino alla fine chiudendo secondo. Brutta partenza per Davide Pizzoli, che riesce però a portarsi subito in terza posizione, ma scivola e riparte attardato sovrapponendosi in mezzo ai due battistrada, alla fine verrà escluso dalla manche per aver penalizzato la gara di Vandi. In terza posizione si piazza l’ottimo Manuel Mazzullo (TM), già artefice di una ottima frazione iniziale dove nonostante la caduta aveva chiuso in 6a piazza. La classifica di giornata vede così sul gradino più alto del Podio Davide Giuliano (1°/1° TM), seguito da Kevin Vandi (2°/2° Honda L30 Racing) e dall’“esordiente” Manuel Mazzullo (6°/3° TM). In Campionato Vandi si conferma primo con 292pt., seguito da Matteo Ettore Traversa (Yamaha Xtreme) con 183pt., e con 138pt., sensibilmente staccato, il Podio di Campionato lo occupa Lorenzo Papalini (9°/8° Honda L30 Racing).

Nella S5 (over 43) ancora supremazia di Giuseppe Verdelli (1°/1° Honda), seguito da Ponsicchi (3°/2° Honda L30 Racing) e Riccardo Masi (2°/3°Honda). In campionato Verdelli sale a quota 2.200, seguito a debita distanza da Ponsicchi con 1.620pt., e da Marzio Ravaioli (TM – FRT Racing Team2) con 1.460pt., oggi non partito.

Gran finale di Campionato a Castelletto di Branduzzo (PV) il 13 ottobre (Round 6) e 14 ottobre (Round 7).



VUOI MANDARE IL TUO COMMENTO? REGISTRATI E FAI IL LOGIN!