Cerca

Seguici con

Enduro

Europeo Enduro, in Polonia brillano Rinaldi e Nicoletti

Redazione
dalla Redazione il 21/09/2021 in Enduro
Europeo Enduro, in Polonia brillano Rinaldi e Nicoletti
Chiudi

In Polonia doppia vittoria assoluta del pilota GasGas che balza in testa alla classifica. Doppietta anche per il pilota veneto nella 250 4T. Mancuso e Micheluz si dividono le vittorie nella 250 2T

Si è disputato lo scorso weekend a Kelce, in Polonia, il terzo round del Campionato Europeo di Enduro. Tre piloti juniores sono saliti in cima al podio del vincitore assoluto: il nostro Enrico Rinaldi ha vinto davanti al ceco Krystof Kouble e al finlandese Peetu Juupaluoma.

Krystof Kouble era arrivato in Polonia come leader del campionato, e dato che le condizioni di gara erano simili all'ultimo round in Repubblica Ceca con fango e pioggia, sembrava favorito. In realtà ha dovuto fare i conti con un super Enrico Rinaldi che ha vinto la classifica generale in entrambi i giorni, prima raggiungendo Kouble e poi addirittura superandolo in campionato. Enrico Rinaldi, è figlio di quel Mario che è stato quattro volte iridato e quattro volte vincitore della Sei Giorni Enduro.

Ora i due piloti sono separati da soli tre punti in classifica generale prima della gara finale. Ma Rinaldi ha già indicato che, atipicamente per un pilota italiano, gli piace correre sulla sabbia. Questo potrebbe essere il suo vantaggio nel round finale a Hellendorn, in programma in Olanda dal 30 settembre al 2 ottobre.

Al terzo posto in campionato dietro i due juniores, con un netto distacco di punti, troviamo il veterano Maurizio Micheluz, che ancora una volta ha vinto la classe 250 a due tempi spartendosi vittoria e secondo posto nelle due giornate con Giuliano Mancusco.

Doppietta nella 250 4T per Diego Nicoletti, mentre nella categoria senior, il tedesco Arne Domeyer, già campione europeo senior tre anni, fa ha ottenuto la vittoria con Andrea Belotti terzo sabato e secondo domenica.

Da segnalare le difficili condizioni di gara con la pioggia continua che ha reso necessarie alcune modifiche alla pista nel secondo giorno e alla fine l'ultima prova estrema è stata eliminata, visto che i piloti erano rimasti bloccati più volte a causa di altri concorrenti caduti lungo il percorso davanti a loro. Inoltre, una sezione della tappa ha dovuto essere neutralizzata perché un torrente allagato ha reso quasi impossibile per i primi piloti fare i tempi.

Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.