Cerca

Seguici con

Enduro

Africa Eco race 2022: la nona tappa al francese Xavier Flick

Redazione
dalla Redazione il 28/10/2022 in Enduro
Africa Eco race 2022: la nona tappa al francese Xavier Flick
Chiudi

Maurizio Gerini si perde e non riesce ad attaccare Stefan Svitko, che rimane leader della generale con un vantaggio di oltre 45 minuti sul pilota italiano

Doveva essere la tappa dei trabocchetti, delle trappole e dei trucchi in cui Maurizio Gerini (Husqvarna Solarys) voleva far cadere Stefan Svitko per cercare di recuperare il distacco e invece a sbagliare è stato proprio il pilota ligure che ha chiuso la nona tappa dell’Africa Eco Race in sesta posizione. A vincere Xavier Flick (Husqvarna) che conquista in questo modo la sua seconda vittoria in questa competizione ma resta comunque in terza posizione assoluta, alle spalle di Gerini e Svitko, ancora leader, con un vantaggio più importante. “Mi sono perso – ammetteva Gerini al bivacco, dove la temperatura non è mai scesa sotto i quaranta gradi. – Oggi le ho provate tutte, mi sono anche nascosto fra le dune per fare innervosire Svitko e cercare di recuperare i due minuti di distacco e secondo me il gioco stava funzionando”. Il pilota slovacco, secondo al traguardo della nona speciale, in effetti non fa molto in questo momento in prova speciale e si accontenta di seguire Gerini che è l’unico che può ancora spodestarlo dalla sua prima posizione.

Le piccole trappole che il pilota Husqvarna ha messo in atto non sono servite e Gerini ha saltato una nota, sul road book, durante la gara ritrovandosi in una posizione sbagliata e proseguendo dritto invece di girare a destra come indicato. Purtroppo per lui la nota dopo era a venti chilometri e quindi prima di rendersi conto dell’errore ci sono voluti appunto 20 chilometri e poi altri venti per tornare indietro: “In effetti mi ero meravigliato di essere da solo – spiega ancora Gerry – e mi son detto, sta a vedere che ho azzeccato solo io la nota e sto seminando tutti gli altri…e invece era esattamente il contrario”. 43 i minuti che separano Svitko da Gerini ora a favore dello slovacco mentre Flick in terza posizione ha comunque un’ora e tredici di ritardo sul ligure. Bene anche oggi Massimiliano Guerrini (Husqvarna Solarys) ottavo al traguardo e Francesca Gasperi che ha ottenuto una quindicesima piazza davanti a Paolo Bellini, 16°con Stefano Chiussi 18°. Bene anche Pol Tarres, Yamaha Ténéré 700 che ha ottenuto il suo primo podio di giornata in questa AER 2022.**

Non hanno preso il via stamattina Wolfang Piccardo, Alessandro Madonna e Francesco Puocci che hanno preferito giocarsi un jolly – questa gara permette di riposarsi e non disputare la speciale per due volte - per ripartire domani: hanno raggiunto il bivacco via strada mentre Salvatore Di Benedetto ieri è arrivato al bivacco, con la sua Yamaha ma ha dovuto dichiarare forfeit per un polso fratturato.

Sono ancora sul camion balai invece tutti i piloti che nella tappa di ieri sono rimasti a piedi: Alessandro Botturi, ma anche Stefano Turchi, Lucio Belluschi e e Giuseppe Pozzo stanno viaggiando verso il bivacco di Akjoujt e con loro anche il camion Unimog Mercedes di Giulio Verzeletti al traino di uno dei camion balai. L’Africa Eco Race è l’unica gara al mondo che recupera anche i mezzi a quattro ruote dalla speciale: in altre competizioni vengono lasciati sul posto e ai piloti, o ai team, viene detto di recuperarseli da soli. La caparbietà degli equipaggi dei camion soccorso della gara però ha fatto sì che tutti collaborassero al recupero degli italiani su Mercedes e ora dovrebbero raggiungere il bivacco di ieri e partire poi, entro questa notte per il bivacco di Ouad Ngaga.

La decima e penultima tappa sarà la seconda ad anello con partenza e arrivo dallo stesso punto: i piloti alla mattina entreranno da subito in prova speciale per un totale di 456 chilometri con un trasferimento finale di 22 fino al bivacco, esattamente come oggi. Di nuovo il programma prevede sabbia e cordoni di dune e dovrebbero essere gli ultimi per questa 14. edizione. Le moto partiranno nuovamente molto presto, intorno alle 6,30 in modo tale da poter viaggiare con il fresco mattutino.

Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.