Cerca

Seguici con

Motocross

La Lombardia vince il Trofeo delle Regioni MX Junior

Redazione
dalla Redazione il 18/10/2022 in Motocross
La Lombardia vince il Trofeo delle Regioni MX Junior
Chiudi

La formazione lombarda composta da Francesco Assini (Cadetti), Edoardo Riganti (Junior) e Riccardo Pini (Senior), ha preceduto il Piemonte e l’Emilia Romagna

Si è ufficialmente concluso sul circuito di Ottobiano (PV) il Trofeo delle Regioni Marinoni con il dominio della Lombardia, che ha rispettato il pronostico della vigilia e soprattutto ha aumentato il vantaggio del sabato, che già la vedeva in testa alla serie.

I componenti della formazione lombarda, Francesco Assini (Cadetti), Edoardo Riganti (Junior) e Riccardo Pini (Senior) hanno preceduto sul podio del Trofeo intitolato al grande pilota Giampaolo Marinoni(scomparso dopo aver tagliato il traguardo della sua ultima Parigi-Dakar nel lontano 1986), il Piemonte con Ivan Marcovicchio (Cadetti), Giovanni Ceccarelli (Junior) e Cesar Paine Diaz (Senior), mentre sul terzo gradino del podio l’Emilia Romagna con Mattia Giovanelli (Cadetti), Marco Campoduni (Junior) e Nicolò Alvisi (Senior).

Andrea Bartolini: “Il Trofeo delle Regioni è sempre una festa bellissima, per me lo scorso anno è stato il vero battesimo e sono molto soddisfatto in questa mia seconda partecipazione per l’affluenza di tutte le regioni, esattamente 21 con la Valle D’Aosta alla prima storica presenza.

Il segreto di questa manifestazione è proprio questo: squadre unite per un obiettivo comune e piloti di tutte le età dal cadetto all’amatore.”

Roberto Rustichelli: “Una chiusura di stagione in grande stile per i piccoli, che hanno iniziato il loro percorso dalle selettive di Campionato Italiano Junior, fino al confronto qui ad Ottobiano, in un circuito impegnativo dove hanno anche potuto osservare i grandi del Trofeo Morresi.

Un plauso a tutte le regioni, che hanno deciso di aderire a questa iniziativa ed all’organizzazione, che ha permesso la riuscita di questa edizione”

HOLESHOT PROGRIP Le Holeshot Progrip assegnate al via della seconda manche hanno visto vincitori: il siciliano Alessandro Ferraro (Cadetti 65), il lombardo Edoardo Riganti (Junior 85) ed il ligure Filippo Mantovani (Senior 85).

CADETTI – Per la classe Cadetti in gara 1 la prima affermazione del mattatore di questa classe: Francesco Assini (Lombardia), che ha regolato il secondo: Pietro Riganti (Lombardia), mentre Ivan Marcovicchio (Piemonte), ha concluso terzo; quarto Kevin Cantù (Lombardia) e quinto Liam Pichler (Provincia di Bolzano).

In gara 2 Ivan Marcovicchio (Piemonte) non ha avuto rivali e si è involato verso la vittoria, con Pietro Riganti (Lombardia) alle sue spalle ed il veloce Alessandro Ferraro (Sicilia) a completare il podio. Per Assini una manche sfortunata, chiusa al nono posto. Quarto Leonardo Manna (Piemonte) e nuovamente quinto Liam Pichler (Provincia di Bolzano).

JUNIOR – Nella categoria Junior a conquistare la prima manche è stato Edoardo Riganti (Lombardia), con Giovanni Ceccarelli (Piemonte) secondo e Cristian Amali (Marche) terzo; seguito a ruota da David Cracco (Veneto) e Leonardo Calandra (Lombardia).

In gara 2 ennesima affermazione per Edoardo Riganti (Lombardia), con David Cracco (Veneto) che ha sempre mantenuto il secondo posto per tutta la manche ed ancora terzo dopo una bella rimonta Cristian Amali (Marche), quarto Leonardo Calandra (Lombardia) e quinto Marco Campoduni (Emilia Romagna).

SENIOR – Gara 1 della categoria Senior, ha visto scattare al comando il rapidissimo Filippo Mantovani(Liguria), che ha conquistato anche la vittoria finale davanti a Nicolò Alvisi (Emilia Romagna) e Cesar Paine Diaz (Piemonte), al quarto posto Riccardo Pini (Lombardia) e quinto Mattia Piredda (Sardegna).

In gara 2 ancora un Filippo Mantovani (Liguria) imprendibile, mentre alle sue spalle ha concluso Nicolò Alvisi (Emilia Romagna), che ha superato Riccardo Pini (Lombardia) proprio all’ultimo giro, un Pini a cui bastava il terzo posto per conquistare la vittoria finale di squadra.
Quarto Cesare Mancini Alunno (Umbria) e quinto Mattia Piredda (Sardegna).

Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.