Cerca

Seguici con

Motocross

Supermarecross 2023: esordio con vittoria per Matteo Del Coco

Redazione
dalla Redazione il 23/01/2023 in Motocross
Supermarecross 2023: esordio con vittoria per Matteo Del Coco
Chiudi

Il pilota pugliese debutta con una doppietta nella MX1, davanti a Filippo Zonta, sabato e Mirko Dal Bosco, domenica. Pietro Razzini si aggiudica la MX2, e Alfio Pulvirenti la 125

Gli Internazionali d’Italia EICMA Supermarecross si aprono nel segno di Matteo Del Coco. Il pilota salentino, campione in carica della Mx2, debutta in Mx1 mettendo in riga tutti gli avversari nella giornata del sabato di Rosolina. E già domani potrà sfoggiare la tabella rossa sulla sua KTM.

Freddo pungente ad accogliere piloti, addetti ai lavori e qualche temerario spettatore sulla splendida pista del moto club Rosolina Mare, ma lo spettacolo non manca con le griglie di partenze piene in tutte le categorie.

Partenza Pro - ph. MxreportPartenza Pro – ph. Mxreport

Nella Pro Mx1, come detto, è Matteo Del Coco (KTM – Pardi) a fare la voce grossa, con un secondo, un primo di manche e il successo nella finale Supercampione che gli consente di superare nella classifica di giornata Filippo Zonta (GasGas – Amsil), che dopo la vittoria in gara-1 ottiene due secondi posti. Completa il podio Alessandro Lentini (Husqvarna – Berbenno), mentre il campione in carica Giovanni Bertuccelli (KTM – Pardi) deve accontentarsi della quarta posizione.

Podio Mx2 Pro - ph. Maurizio BoscaratoPodio Mx2 Pro – ph. Maurizio Boscarato

La Pro Mx2 vede prevalere Pietro Razzini (Kawasaki – Fast energy) per un solo punto su Lorenzo Corti (Husqvarna – Parini), dopo un duello a distanza durato tutta la giornata. Terza posizione per Alessandro Sadovschi (KTM – Settempedano II), autore sempre di buone rimonte.

Nella Pro 300 il solito Jimmy De Nicola (KTM – Pardi) si conferma in testa, precedendo Gabriele Oteri (Husqvarna – Fathers & sons) e Alessio Bonetta (Husqvarna – Armeniese).

Alfio Pulvirenti - ph. Davide ScaboroAlfio Pulvirenti – ph. Davide Scaboro

Classe 125 ancora nelle mani di Alfio Pulvirenti (KTM – Lazio racing). Il campione in carica ricomincia la stagione vincendo, davanti ad Andrea Roberti (KTM – Pardi), Filippo Pivetta (KTM – Gaerne) e l’ungherese Noel Zanocz (KTM), penalizzato da un ritiro in gara-1 mentre era in testa.

Luca Brunzin - ph. Paolo CostaLuca Brunzin – ph. Paolo Costa

Al suo debutto nel Supermarecross, la classe Ama vede Luca Brunzin (KTM – Sabbiadoro) vincere la Mx1 su Andrea Corradin (Husqvarna – Asiago 7C) e Andrea Piccariello (Honda – Shine motorsport). Andrea Messina (KTM – Vr63) conquista la Mx2; Antonino Sardisco (KTM – Tritone) è secondo e Simone Gonnelli (Honda – White blue team) terzo.

Nella Minicross Nicolò Alvisi (GasGas – Amx) si aggiudica la giornata con una vittoria in rimonta in gara-2 davanti a David Cracco (Husqvarna – Brogliano), che aveva vinto la prima. Luca Colonnelli (KTM – Lazio racing) completa il podio con la terza posizione.

Podio Qx1 - ph. Paolo CostaPodio Qx1 – ph. Paolo Costa

La prima gara del Supermare quadcross, che si corre in abbinato ad alcune prove del Supermarecross, è dominata dal tedesco Miro Cappuccio (Yamaha), vincitore con ampio margine di entrambe le manche. Alle sue spalle nella Qx1 terminano Nicolò Roagna (Yamaha – Team quad Tity & Amarenas) e Lorenzo Taricco (Yamaha – Team quad Tity & Amarenas); nella Sport, invece, primeggia Lorenzo Bortolozzo (Suzuki – El ciodo), con Eddy Ghizzo (Suzuki – Chimax Lonigo) secondo e Alessandro Fontanazzi (Kawasaki – Team quad Tity & Amarenas) terzo.

Matteo Del Coco è il dominatore incontrastato anche della giornata di domenica a Rosolina Mare, seconda prova degli Internazionali d’Italia EICMA Supermarecross, confermando il successo già ottenuto nella gara del sabato e stavolta con una fantastica tripletta.

Rispetto alla prima giornata, la domenica di Rosolina è ancora più fredda, con un vento polare a sollevare nubi di sabbia e il mare grosso che arriva a lambire minacciosamente i bordi del circuito. Per fortuna gli ampi spazi della spiaggia veneta sono sufficienti a contenere la furia degli elementi e così il moto club Rosolina Mare riesce a mettere in archivio con successo la sua due giorni di gare.

Pietro Razzini - ph. Alberto RigonPietro Razzini – ph. Alberto Rigon

La cronaca agonistica non si discosta più di tanto dalle indicazioni emerse il sabato, ma stavolta Matteo Del Coco (KTM – Pardi) decide di prendersi la scena tutta per sé. La tabella rossa della Mx1 domina tutte e tre le manche della Pro, Supercampione compresa, con ampio margine sugli avversari. Fuori gioco Giovanni Bertuccelli per infortunio e Filippo Zonta per problemi meccanici, a seguire Del Coco sul podio di giornata della Mx1 c’è Mirko Dal Bosco (KTM – Gaerne), autore di una grande prova, mentre Alessandro Lentini (Husqvarna – Berbenno) riesce a conquistare il terzo posto nonostante qualche caduta di troppo.

Nella Pro Mx2 è Pietro Razzini (Kawasaki – Fast Energy) il grande protagonista, con la vittoria in entrambe le manche e il terzo posto nella Supercampione, migliore Mx2 al traguardo. Con questa ottima performance il bolognese allunga in testa alla classifica. Dietro di lui nella domenica di Rosolina ci sono Alessandro Sadovschi (KTM – Settempedano II) e Lorenzo Corti (Husqvarna – Parini).

Partenza 125 - ph. Gian Maria SogliaPartenza 125 – ph. Gian Maria Soglia

La classe 300 2 tempi, che matura la sua classifica all’interno della Mx1, è ancora nelle mani di Jimmy De Nicola (KTM – Pardi), con un bel margine su Gabriele Oteri (Husqvarna – Fathers & sons) e Michele Palumbo (GasGas – Fba Powersports).

Grande battaglia nella 125 tra Alfio Pulvirenti (KTM – Lazio Racing) e Noel Zanocz (KTM). L’ungherese vince la prima manche, ma il siciliano replica nella seconda; poi nella Supercampione Zanocz è vittima di una caduta e così Pulvirenti lo precede di un soffio sul podio di giornata. Terzo posto per Davide Brandini (KTM – Erresse).

Podio Minicross - ph. Maurizio BoscaratoPodio Minicross – ph. Maurizio Boscarato

Con un primo e un secondo di manche, Nicolò Alvisi (GasGas – Amx) si aggiudica la Minicross, davanti a David Cracco (Husqvarna – Brogliano) e Samuele Piredda (KTM – Sas Taras Padru).

Per quanto riguarda i piloti Ama, nella Mx1 Andrea Picariello (Honda – Shine Motorsport) ha la meglio su Giuseppe Cicciarella (Husqvarna – Vr63) e Luca Marotta (Kawasaki – Letojanni Racing). La classe Mx2 è invece appannaggio di Antonino Sardisco (KTM – Tritone), con Andrea Messina (KTM – Vr63) secondo e Simone Gonnelli (Honda – White Blue team) terzo.

Podio Ama Mx2 - ph. Maurizio BoscaratoPodio Ama Mx2 – ph. Maurizio Boscarato

La gara del Supermare quadcross è ancora nel segno del tedesco Miro Cappuccio (Yamaha), primo in tutte e due le manche con Nicolò Roagna (Yamaha – Team quad Tity & Amarenas) e Mattia Ioli (Yamaha – Team quad Tity & Amarenas) che si alternano alle sue spalle. La Sport va nuovamente a Lorenzo Bortolozzo (Suzuki – El Ciodo), seguito da Eddy Ghizzo (Suzuki – Chimax Lonigo) e Alessandro Fontanazzi (Kawasaki – Team quad Tity & Amarenas).

Miro Cappuccio - ph. Alberto RigonMiro Cappuccio – ph. Alberto Rigon

In chiusura, un plauso doveroso all’eccezionale lavoro della direzione di gara della FMI, capace di gestire i tempi in maniera impeccabile e concludere senza nessun problema un programma di manche particolarmente fitto in entrambe le giornate.

Gli Internazionali d’Italia EICMA Supermarecross si fermano ora per una settimana, ma il 4 e 5 febbraio tornano in scena a Giardini Naxos, sull’incantevole baia di Taormina, per la terza e quarta prova.

Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.