Cerca

Seguici con

News

La MXGP torna in Asia

Redazione
dalla Redazione il 17/06/2022 in News
La MXGP torna in Asia
Chiudi

Dopo due anni di assenza casua Covid, il prossimo fine settimana i piloti del Mondiale MXGP ed MX2 saranno protagonisti del GP d'Indonesia sull'isola di Sumbawa

L'Asia è sempre stata una parte importante dei Campionati Mondiali di Motocross, con una manciata di gare disputate negli anni '80 e '90, ma per molti anni è scomparsa dal calendario, fino a quando non è tornata di nuovo in Giappone nel 2005, 2006 e 2007.

Il GP del Giappone è sempre stato un evento brillante, con il magnifico circuito di Sugo che ha portato al successo Billy Mackenzie per tre volte e, naturalmente, anche Christophe Pourcel e Stefan Everts. Dopo le tre gare consecutive in Giappone, l'Asia è stata nuovamente esclusa dal calendario, fino a quando la Thailandia è apparsa come seconda prova della stagione 2013 del Gran Premio.

Sul circuito di Si Racha, alla periferia di Pattaya, un circuito splendidamente preparato ha visto le vittorie di Antonio Cairoli e Jeffrey Herlings e una superfinale esplosiva che ha portato il grande pubblico in piedi in molte occasioni. Siamo tornati a Si Racha nel 2014 e ancora una volta Cairoli e Herlings sono stati i vincitori assoluti.

Un anno dopo e in una caldissima giornata di marzo 2015, i piloti della MXGP sono arrivati sullo spettacolare circuito di Nakhonchaisri, ed è stato l'americano Ryan Villopoto a conquistare la vittoria, con i suoi risultati 1-3. Herlings ha conquistato la sua terza vittoria assoluta in MX2 in Thailandia.

Spostandoci più a nord nel 2016, i ragazzi della MXGP e della MX2 si sono presentati sul circuito di Suphan Buri e sono stati Roman Febvre a vincere la MXGP assoluta e Herlings nella classe MX2, la sua quarta vittoria di fila in Thailandia.

Dopo aver goduto appieno delle nostre avventure in Thailandia, il campionato MXGP ha cambiato paese e l'Indonesia è tornata nel calendario dei gran premi per la prima volta dopo oltre due decenni. La piccola isola di Pangkal Pinang è stata il luogo in cui siamo arrivati e, dopo una pioggia battente e un circuito pieno d'acqua, lo scozzese Shaun Simpson ha conquistato la vittoria assoluta del GP in MXGP e Jeremy Seewer quella della classe MX2. Entrambe le classi hanno disputato una sola gara poiché il circuito era più o meno sommerso dall'acqua.

Il 2018 e due round indonesiani sono entrati nel calendario MXGP, con il primo ancora una volta a Pangkal Pinang, con Herlings che ha conquistato un'altra vittoria nel GP d'Asia e Calvin Vlaanderen che ha vinto nella classe MX2. Una settimana dopo, sul circuito di Semarang, sull'isola principale di Java, Jorge Prado ha vinto la classe MX2 e Mr Asia in persona, Jeffrey Herlings, ha vinto la classe MXGP, il suo sesto GP in Asia.

Il 2019 ha visto tre GP in Asia, i primi due in Indonesia e il terzo in Cina. Palembang è stato il GP indonesiano di apertura, vinto da Tim Gajser in MXGP e Jorge Prado in MX2. Il secondo appuntamento indonesiano è tornato a Semarang, con Prado e Gajser che hanno ottenuto una doppietta ciascuno nelle classi MX2 e MXGP.

In Cina si è corso l'ultimo GP della stagione 2019 ed Herlings ha ottenuto la vittoria in MXGP, mentre Prado ha vinto in MX2. Ovviamente, a causa di Covid, il Mondiale MXGP non si è più avventurato in Asia dal Gran Premio di Cina e quest'anno sarà l'isola di Sumbawa a ospitare la prossima settimana il 12° round dei campionati MXGP e MX2. Un altro viaggio in Indonesia e, come sempre, aspettiamo la bella gente di questi paesi e l'emozione di un Gran Premio asiatico.

Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.