Cerca

Seguici con

Supercross

Eicma Motolive. Gran finale con gli Internazionali d’Italia 2018

I nuovi campioni degli Internazionali d’Italia 2018 sono Khunsith Vongsana (Supercross), Filippo Zonta (SX Lites), Raffaele Giuzio (Junior 125) e Ferruccio Zanchi (Junior 85 )

Eicma Motolive. Gran finale con gli Internazionali d’Italia 2018
Chiudi
Supercross protagonista nell’area MotoLive di Eicma 2018, con le prove finali degli Internazionali d’Italia di Supercross 2018. SABATO
Si comincia il sabato sullo splendido tracciato disegnato ad Armando Dazzi e dai suoi fedelissimi della Armatek, che ha permesso ai piloti della SX Junior 85, SX Junior 125, SX Lites e Supercross di disputare grandi manche dando vita a bellissime bagarre in tutta sicurezza. La giornata si è conclusa con il secondo incredibile Buggy Backflip eseguito alla perfezione da Maurizio “Pera” Perin, che questa volta ha effettuato un atterraggio impeccabile nonostante le difficili condizioni, dovute alla pioggia caduta prima dell’esecuzione del numero e con le premiazioni di tutti i piloti vincitori delle gare SX. Il pubblico intrattenuto dai divertenti sketch di Andrea e Michele di Radio Deejay ha assistito anche alle spettacolari gare del trofeo Yamaha Challenge RW di Enduro, alla Superfinale di Supercross, nella quale si sono sfidati i migliori piloti della Lites e della Supercross e ai fantastici trick dei freestyler del team Daboot, diretti dal “maestro d’orchestra” Alvaro Dal Farra.

Superfinale – Gara emozionante ed in bilico fino all’ultimo giro nella Superfinale SX che ha chiuso la giornata di Supercross. Il leader della classe regina Khounsith Vongsana conquista l’Hole-shot Tissot e si invola sulla pista artificiale con un ritmo impossibile da seguire per i suoi inseguitori. Alle sue spalle è grande bagarre tra l’americano Austin Root e Filippo Zonta che però nel corso del secondo passaggio spegne la moto, ripartendo quinto. Ne approfittano Jimmy Clochet e Alberto Forato che lo superano gettandosi all’inseguimento dei primi due. Vongsana sembra imprendibile ma proprio quando mancano solo due giri alla fine scivola, lasciando la vittoria a Root, che precede sul traguardo Clochet, Forato e Zonta, terminando quinto.

Supercross – Grande spettacolo nel main event del Supercross con i grandi nomi della specialità allineati ai cancelli di partenza della gara più prestigiosa della giornata. Jimmy Clochet si aggiudica la vittoria dopo una manche dominata dal primo all’ultimo giro; il francese ha lo spunto migliore al via e precede il connazionale Khounsith Vongsana sulla linea del Tissot Hole-shot, aggiudicandosi il premio in palio. Da quel momento Jimmy disputa una gara solitaria, tagliando il traguardo dopo dodici giri davanti a Vongsana ed al terzo classificato Cristophe Martin. Male purtroppo i nostri portacolori, con i Francesco Muratori e Angelo Pellegrini fuori nelle prime fasi di gara a causa di una brutta caduta. In campionato la tabella rossa Vongsana sale a quota 72 punti e consolida il primato su Martin, che con 52 lunghezze passa Mallet, ora terzo a 49.

SX Lites – La classe riservata ai riders della 250 ha regalato grande spettacolo con alcuni dei migliori interpreti della specialità in pista a contendersi la vittoria. Al via è Filippo Zonta a scattare davanti a tutti, conquistando il Tissot Hole-shot award, davanti ad Alberto Forato e Morgan Lesiardo ma al secondo passaggio uno scatenato Forato passa di forza e si invola verso la vittoria del main event, precedendo il pilota veronese di una frazione di secondo, mentre il francese Pierre Lozzi è terzo distaccato di oltre venti secondi. Morgan Lesiardo, terzo nella prima metà di gara è costretto al ritiro da un inconveniente tecnico. In classifica di campionato Zonta, con 70 punti precede Lozzi a quota 57, mentre Lorenzo Camporese occupa la terza posizione fermo a 50.

SX Junior 125 – Giornata indimenticabile per Pablo D’Aniello nella SX Junior 125. Il pilota che ieri si era aggiudicato il trofeo della classe 125 Yamaha Challenge YZ ha trionfato oggi nella gara di Supercross, aggiudicandosi il Tissot Hole-shot award e la vittoria di gara. Partito primo Pablo ha dominato tutta la manche, senza mai farsi impensierire dagli avversari agguerriti che gli davano la caccia. Secondo sul traguardo Alberto Barcella, che ha cercato di colmare il distacco da D’Aniello per tutta la gara ed ha preceduto Raffaele Giuzio, terzo durante tutta il main event. In campionato Raffaele Giuzio prende la testa della serie con 66 punti precedendo di una lunghezza Andrea Bonifacio e di 13 Pablo D’Aniello.

SX Junior 85 – Gare spettacolari per i 12 giovanissimi riders della SX Junior 85 che si sono sfidati sulla pista da Supercross allestita nell’area Motolive. Nel Main event è Edoardo Volpicelli ad aggiudicarsi l’orologio messo in palio da Tissot per la conquista dell’Hole-shot, ma dopo un giro è Ferruccio Zanchi a prendere la testa della gara, involandosi con un ritmo indiavolato verso il traguardo, tagliato da vincitore. Volpicelli resta secondo per metà gara, prima di incappare in una caduta che lo costringe a rimontare dalle retrovie fino al sesto posto conclusivo, lasciando la piazza d’onore sul podio ad Andrea Cipriani che precede Luca Ruffini al traguardo. Quarto Fabio Massimo Palombini che rallentato da un doppiato perde la terza piazza nell’ultima curva prima della finish line. Ferruccio Zanchi continua la sua corsa solitaria in testa al campionato con 68 punti, precedendo Fabio Massimo Palombini con 56 e Andrea Tortomasi con 48.


DOMENICA
Si è chiusa domenica ad EICMA la quattordicesima edizione di MotoLive, e ancora una volta è stata una tre giorni fantastica di spettacolo, gare, intrattenimento e divertimento, all’insegna delle due ruote. Il pubblico di EICMA ha occupato ogni spazio disponibile sulle tribune ed attorno all’arena allestita all’aperto, per seguire le evoluzioni dei propri beniamini, nonostante condizioni meteo non sempre perfette. La grande passione per le moto non ha scoraggiato però i tifosi che hanno seguito le gare e assistito agli incredibili trick acrobatici dei Daboot riders, guidati da terra da Alvaro Dal Farra. Ad intervallare le gare, i divertenti e irriverenti sketch di Andrea e Michele di Radio Deejay, mentre in chiusura il Buggy Backflip di Maurizio “Pera” Perin, impreziosito dalla scelta di eseguirlo senza mani, ha lasciato tutti senza respiro. MotoLive si è confermata ancora una volta il completamento di un esperienza che inizia con le moto statiche esposte all’interno della fiera e termina con quelle in azione condotte dai grandi campioni di motociclismo che ogni anno scelgono questo teatro per sfidarsi e aggiudicarsi i trofei in palio.

Superfinale – L’ultima gara di questa edizione 2018 di Motolive è l’attesissima Superfinale che vede schierarsi al via i migliori riders della Lites e della Supercross Class. In partenza è un sorprendente Lukas Hollbacher a centrare il Tissot Hole-shot Award, precedendo Clochet, Forato e Lesiardo. L’outsider della giornata tiene la testa della gara per tre giri, mentre alle sue spalle nel primo passaggio, un contatto tra Forato e Clochet mette fuori gioco quest’ultimo e fa perdere una posizione a Forato che si vede superare da Morgan Lesiardo, che supera successivamente anche Hollbacher, andando a dettare il ritmo di questa Superfinale. Imprendibile per tutti Lesiardo taglia il traguardo per primo, precedendo sotto la bandiera a scacchi Alberto Forato e Lukas Hollbacher. Quarto l’americano Austin Root, che precede il francese Cristophe Martin, mentre Filippo Zonta rimonta fino al sesto posto dopo un problema in partenza.

Supercross Class – Nella classe regina del Supercross Jimmy Clochet fa tutto bene, passa primo alla prima curva conquistando il Tissot Hole-shot Award e allunga sin dalle prime battute sugli avversari con una guida spettacolare e fluida, particolarmente redditizia su una pista resa scivolosa dalla pioggia caduta a tratti nel pomeriggio. Il francese precede sul traguardo il connazionale Khunsith Vongsana, sempre secondo durante la gara e Simon Mallet, protagonista di una grande rimonta, dopo una partenza difficile. Con 86 punti la tabella rossa Vongsana si conferma leader della classifica di categoria e si aggiudica il titolo di Campione degli Internazionali d’Italia Supercross, precedendo in classifica Cristophe Martin con 64 e Simon Mallet con 63. Campione Italiano Supercross si laurea Alessandro Giorgi, quarto in classifica generale con 42 punti e primo degli italiani.

SX Lites – Il protagonista assoluto del Main Event della classe Lites è uno scatenato Alberto Forato; il veneto scatta al via davanti a tutti, aggiudicandosi il Tissot Hole-shot award ed involandosi verso il traguardo con un ampio margine di vantaggio sugli inseguitori. Alle sue spalle Filippo Zonta e Morgan Lesiardo danno vita ad uno straordinario duello per la conquista del secondo gradino del podio. I due superano Enzo Polias, secondo per tre giri, mentre il francese Lozzi termina ai piedi del podio una buona prova in rimonta. Ad aggiudicarsi il trofeo stagionale degli Internazionali d’Italia SX Lites è Filippo Zonta che con 86 punti precede nella classifica di Campionato Pierre Lozzi a quota 69 e Lorenzo Camporese a 50 e diventa così per la sesta volta campione della Lites.

SX Junior 125 – Piloti scatenati nella classe riservata alle moto 125 due tempi; al via Pablo Caspani scatta come un fulmine e si aggiudica il Tissot Hole-shot Award e prende la testa della gara seguito a ruota da Raffaele Giuzio e Alberto Barcella. Caspani resta primo per nove giri, fin quando uno scatenato D’Aniello termina la strepitosa rimonta messa in atto dopo una partenza non perfetta, passandolo per andare a vincere la quarta gara su quattro disputate durante un weekend che il pilota della Yamaha non dimenticherà facilmente. Sul podio insieme a lui salgono anche Barcella e Caspani, mentre Giuzio col quarto posto si aggiudica il Campionato 2018 della classe SX Junior 125 con quattro punti di vantaggio su Andrea Bonifacio e cinque su Pablo D’Aniello.

SX Junior 85 – Grande spettacolo nella categoria riservata ai più giovani riders in pista nell’area MotoLive di Eicma 2018. Al via scatta davanti a tutti Edoardo Volpicelli, che conquista il Tissot Hole-shot Award curvando davanti a tutti, ma è Fabio Massimo Palombini a prendere il comando delle operazioni con un gran sorpasso ai danni di Volpicelli. Palombini resta in testa per più di metà gara quando Volpicelli affonda l’attacco e lo passa, involandosi verso il traguardo, seguito da Luca Ruffini che approfitta di un’ incertezza del pilota romano, per soffiargli la seconda posizione. Il nuovo campione degli Internazionali d’Italia 2018 SX Junior 85 è quindi Ferruccio Zanchi, che col quarto posto di giornata sale ad 80 punti, precedendo in classifica Palombini con 70 e Luca Ruffini con 62; Zanchi si aggiudica anche lo speciale trofeo Rookie of the Year 24MX, riservato al miglior esordiente della stagione.
Eicma Motolive. Gran finale con gli Internazionali d’Italia 2018
Chiudi

Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.