Cerca

Seguici con

Supercross

AMA Supercross 2023: Tomac e Lawrence anche a San Diego - L'analisi di Stefano Dami

Redazione
dalla Redazione il 22/01/2023 in Supercross
AMA Supercross 2023: Tomac e Lawrence anche a San Diego - L'analisi di Stefano Dami
Chiudi

Nel nuovo Snapdragon Stadium, doppietta per il campione in carica che precede Cooper Webb e. Justin Barcia. Si ripete anche Jett Lawrence, davanti a RJ Hampshire e Cameron McAdoo

Dopo il rinvio del secondo round per maltempo è stata San Diego ad ospitare la carovana del supercross, con la notizia di alcune defezioni giunta già prima della vigilia.

In primis Musquin, per lui infortunio al polso ed al momento non si sa quando il francese potrà rientrare. Per Forkner invece addio ad un'altra stagione intera di sx, al suo posto Kawasaki ha ingaggiato l'ex Suzuki Carson Mumford.

Nel frattempo Yamaha si presenta con una nuova livrea celebrando una partnership globale per il 2023 che accomuna nello stesso look influenzato dal main sponsor Monster Energy la MOTOGP, la MXGP e l'AMA supercross e motocross.

La domanda dopo aver visto la gara è: chi fermerà Tomac e Lawrence? Al momento mi verrebbe da dire nessuno, e non è soltanto una questione di velocità, lì in mezzo sono in tanti ad averla sul singolo giro, ma é l'intensità che mettono in campo che fa la differenza, la voglia di primeggiare e di non lasciare mai nulla agli avversari. Tomac, dopo aver conquistato la heat, inizia il main event con una partenza nei 5, attende il momento giusto per sorpassare sia Cianciarulo che Webb in sicurezza e senza lasciare possibilità di replica,  poi imposta il suo ritmo insostenibile per tutti. Un rullo compressore!

Soltanto Webb al momento riesce a contenere i distacchi ed i danni, e probabilmente i suoi podi a questo punto non sono soltanto dei fuochi di paglia. L'ufficiale KTM c'è, è tornato sui livelli di qualche stagione fa, ed insieme a Tomac sembrano quelli anche più a posto fisicamente e che sono rimasti più lucidi per tutti e 25 i giri di questa finale.

Gli altri top riders, quelli che potrebbero inserirsi in questa battaglia, sbagliano tutti. A cominciare da Malcolm Stewart che è velocissimo sia in prova che nella heat, ma poi sbaglia tutto in finale. Caduta nei primi giri per aver colpito le protezioni di delimitazione della pista in una sequenza ritmica, successiva caduta alla fine delle woops e per lui gara da dimenticare. Serve sicuramente più costanza e concentrazione nei momenti più intensi, quelli che fanno la differenza.

Sexton invece è costretto a passare dalla LCQ dopo una caduta nella heat e moto danneggiata, nonostante la posizione al cancello non ottimale riesce comunque a scattare per il main a ridosso di Tomac. Ma poi non si dimostra così aggressivo come l'ufficiale Yamaha, subisce il contatto con Barcia finendo a terra ed anche negli ultimi giri, quando si ricongiunge al pilota GasGas ed a Roczen con la possibilità di giocarsi il podio non riesce a trovare la forza e la grinta per attaccare. Le deve trovare se vuole provare ad inserirsi nella lotta per il titolo.

Sbaglia anche Anderson, veloce ed a suo agio con la pista già dalle prove, e con il podio a portata di mano, fino a quando una scivolata in curva lo fa retrocedere ai margini della top ten quando era abbastanza tranquillo in terza posizione. Non gli manca molto, ma quelli davanti al momento non sbagliano nulla mentre tutti gli altri si!

A chi non manca di certo aggressività è proprio Barcia! Dopo il duello con Sexton e la "centratina", si difende per tutta la gara dagli attacchi di Roczen ribattendo colpo su colpo ai tentativi "gentili" del tedesco e conquista un meritato podio. Il pilota Suzuki invece ha mancato l'occasione di riportare la gialla sul podio: un pò in difficolta sulle woops, da sempre invece un suo punto di forza, avrebbe potuto in più di un'occasione chiudere a suo favore il duello con Barcia, ma non ha mai voluto affondare deciso il colpo magari rischiando un contatto. Però ha retto bene gli attacchi finali di Sexton chiudendo 4.

Altro pilota troppo remissivo, e mi dispiace molto perchè la sua guida mi piace da impazzire, è Cianciarulo. Holeshot, 3 giri al comando e poi ha iniziato a subire una serie di sorpassi dai suoi avversari purtroppo senza mai sembrare di voler controbattere o perlomeno resistere. Questa è l'impressione che si ha da fuori guardando la gara, ed è un vero peccato calcolando le doti tecniche del pilota Kawasaki. Per lui al momento solo piazzamenti.

Ferrandis chiude invece al sesto posto senza infamia e senza lode: gara regolare, partenza mediocre nella top ten, è stato lontano dai contatti e dai problemi correndo abbastanza in solitaria ed approfittando di qualche errore altrui. Per me lui ha le capacità per giocarsi il podio almeno di qualche gara, servirebbe una partenza migliore per provarci.

Più in difficoltà oggi il rookye Nichols, fuori dai 10 così come l'altro ufficiale Husqvarna, Craig, da cui mi aspetto qualcosa di più: è vero che il ritorno in 450 dopo aver dominato la Lites può non essere facile ed il livello è altissimo, ma io ci spero perchè Christian mi piace molto!!

Nella lites come dicevamo Jett Lawrence sta facendo come Tomac, ovvero domina! Vince la Heat, conquista l'holeshot nel main event e guida tutta la finale senza sbavature, a volte sembra quasi non spingere nemmeno come potrebbe, ma mantiene un ritmo sostenuto da controllare i suoi avversari dietro senza rischiare troppo. Anche perchè il più insidioso, Hampshire, non ha ancora trovato uno start giusto in finale e quindi è sempre costretto a rimonte lunghe e faticose. Qua ha avuto la meglio di McAdoo soltanto ad un paio di giri dalla fine, sarebbe curioso vedere una gara tra l'ufficiale Honda e quello Husqvarna un pò più vicini, per vedere se è in grado di mettere sotto pressione Jett. Aspettiamo! Qua si è fatto vedere anche Enzo Lopes con la Yamaha di Club MX, per lui qualche giro al secondo posto prima di cedere a McAdoo e quarto al traguardo davanti al rientrante Pierce Brown.

Ora dobbiamo attendere altri 7 giorni per vedere se qualcuno riuscirà ad interrompere la striscia di successi dei due leader di campionato. Si ritorna ad Anaheim!

Stefano Dami

AMA Supercross 2023: Tomac e Lawrence anche a San Diego - L'analisi di Stefano Dami

450SX Class Results

1. Eli Tomac, Cortez, Colo., Yamaha

2. Cooper Webb, Newport, N.C., KTM

3. Justin Barcia, Greenville, Fla., GASGAS

4. Ken Roczen, Clermont, Fla., Suzuki

5. Chase Sexton, Clermont, Fla., Honda

6. Dylan Ferrandis, Tallahassee, Fla., Yamaha

7. Jason Anderson, Rio Rancho, N.Mex., Kawasaki

8. Adam Cianciarulo, New Smyrna Beach, Fla., Kawasaki

9. Aaron Plessinger, Hamilton, Ohio, KTM

10. Joey Savatgy, Clermont, Fla., Kawasaki

 

450SX Class Championship Standings

1. Eli Tomac, Cortez, Colo., Yamaha (52)

2. Cooper Webb, Newport, N.C., KTM (46)

3. Chase Sexton, Clermont, Fla., Honda (39)

4. Ken Roczen, Clermont, Fla., Suzuki (37)

5. Dylan Ferrandis, Tallahassee, Fla., Yamaha (36)

6. Justin Barcia, Greenville, Fla., GASGAS (33)

7. Jason Anderson, Rio Rancho, N.Mex., Kawasaki (32)

8. Adam Cianciarulo, New Smyrna Beach, Fla., Kawasaki (29)

9. Aaron Plessinger, Hamilton, Ohio, KTM (29)

10. Colt Nichols, Murrieta, Calif., Honda (28)

 

Western Regional 250SX Class Results

1. Jett Lawrence, Zephyrhills, Fla., Honda

2. RJ Hampshire, Minneola, Fla., Husqvarna

3. Cameron McAdoo, Sioux City, Iowa, Kawasaki

4. Enzo Lopes, Chesterfield, S.C., Yamaha

5. Pierce Brown, Sandy, Utah, GASGAS

6. Stilez Robertson, Bakersfield, Calif., Yamaha

7. Mitchell Oldenburg, Godley, Tex., Honda

8. Phillip Nicoletti, Bethel, N.Y., Yamaha

9. Derek Kelley, Riverside, Calif., KTM

10. Cole Thompson, Brigden, Ont., Yamaha

 

Western Regional 250SX Class Championship Standings

1. Jett Lawrence, Zephyrhills, Fla., Honda (52)

2. RJ Hampshire, Minneola, Fla., Husqvarna (46)

3. Cameron McAdoo, Sioux City, Iowa, Kawasaki (42)

4. Enzo Lopes, Chesterfield, S.C., Yamaha (36)

5. Mitchell Oldenburg, Godley, Tex., Honda (35)

6. Stilez Robertson, Bakersfield, Calif., Yamaha (31)

7. Phillip Nicoletti, Bethel, N.Y., Yamaha (30)

8. Derek Kelley, Riverside, Calif., KTM (27)

9. Dylan Walsh, Wildomar, Calif., Kawasaki (24)

10. Cole Thompson, Brigden, Ont., Yamaha (23)

photo by supercrosslive.com

Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.