Cerca

Seguici con

Supercross

AMA Supercross 2023: Tomac e J. Lawrence nel recupero di Oakland - L'analisi di Stefano Dami VIDEO

Redazione
dalla Redazione il 19/02/2023 in Supercross
AMA Supercross 2023: Tomac e J. Lawrence nel recupero di Oakland - L'analisi di Stefano Dami VIDEO
Chiudi

Nel recupero della la tappa annullata per maltempo, Tomac approfitta dell'ennesimo errore di Sexton per vincere su Webb. Anche in 250 Jett Lawrence approfitta dell'errore di RJ Hampshire per andare a vincere indisturbato

Il Supercross recupera la tappa annullata per maltempo di Oakland, e per l'occasione ritorna anche la West Coast della classe Lites. Ad ospitare i piloti il Ring Central Coliseum.

Questa volta il meteo risparmia il tracciato di gara, che si presenta in ottime condizioni e con settori ritmici dall'alto contenuto tecnico e con due serie di whoops micidiali (in totale le whoops sono esattamente 31!). Tracciato anche piuttosto lungo rispetto al solito, con tempi sul giro superiori al minuto.

Tra gli infortunati della vigilia non recupera Ferrandis, ancora alle prese con il trauma cranico dopo la caduta di un paio di settimane fa. Kawasaki Pro Circuit, decimato quest'anno dagli infortuni, non riesce invece a schierare il suo nuovo acquisto Carson Mumford. Per lui un problema al polpaccio che ne ritarda l'esordio. Per fortuna c'è McAdoo.

Nelle qualifiche crono del pomeriggio i soliti Sexton e Lawrence fanno registrare la miglior prestazione assoluta, dimostrandosi quasi imbattibili sul giro singolo (Chase è alla quarta pole consecutiva). I buoni sono tutti lì davanti, tranne Roczen che fatica non poco sulle whoops e colleziona la peggior qualifica di quest'anno con la 12.a posizione assoluta. Il tedesco è l'unico che non migliora il suo lap nel secondo ingresso in pista, tenendo buono il tempo fatto registrare nella qualifying 1.

Ken però rimedia già nella Heat 1, dove trova una grande partenza, migliora il suo feeling nelle sezioni dove era in difficoltà e si porta a casa la vittoria controllando Anderson e Barcia.

Nella Heat 2 è lotta a 3 tra Webb, che centra l'holeshot, Sexton e Tomac, con quest'ultimo che si beve i suoi rivali in un solo boccone con un bel sorpasso ad entrambi quasi in contemporanea. La voglia di dimostrare che Tampa era solo una giornata no è tanta nel campione in carica.

Sexton, Webb e Tomac cominciano in quest'ordine anche il main, con il numero 1 subito molto aggressivo, non vuole lasciar scappare l'ufficiale Honda e già nel primo giro supera Webb e si lancia all'inseguimento. Quando Sexton ha pista libera davanti a sé sappiamo che diventa micidiale, al momento è il più veloce. Tomac rimane a 2/3 secondi di gap, Webb non tiene il passo e si allontana progressivamente. Chissà se nella testa di Chase riaffiorano i fantasmi degli errori commessi quando sembrava avere le vittorie in pugno. Dietro a loro è lotta tra Plessinger, davvero ritrovato nelle ultime gare e capace di lottare per le primissime posizioni, e Roczen che tiene a bada di nuovo Anderson e Barcia, come nella heat.

A 6 minuti dalla fine avviene il fattaccio: dopo il finish line Sexton affronta un piccolo triplo leggermente lungo, il davanti gli si chiude e la frittata è di nuovo servita. Davvero inspiegabili i suoi errori quando sembra avere tutto sotto controllo. Si rialza comunque secondo ma fatica a riordinare le idee, non trova più ritmo e concentrazione e subisce il ritorno di Webb. La batosta psicologica è grande e non facile da superare. Tomac non fa altro che controllare fino alla fine, guidando accorto per non fare anche lui errori, ma non sbaglia e porta a casa il quarto successo di quest'anno, rafforzando la tabella rossa.

Dietro ai 3 Plessinger, poi Anderson e Barcia che approfittano di un calo di Roczen per sorprenderlo. Il tedesco non riesce a tenere il passo per tutto il main e nel finale retrocede fuori dalla top ten, mentre Craig con una bella gara coglie il miglior piazzamento stagionale con il settimo posto. Ottavo il primo non ufficiale Savatgy e quindi i 2 rookies Nichols e Cooper a chiudere la top ten.

450SX Class Results

1. Eli Tomac, Cortez, Colo., Yamaha 

2. Cooper Webb, Newport, N.C., KTM 

3. Chase Sexton, Clermont, Fla., Honda 

4. Aaron Plessinger, Hamilton, Ohio, KTM 

5. Jason Anderson, Rio Rancho, N.Mex., Kawasaki

6. Justin Barcia, Greenville, Fla., GASGAS

7. Christian Craig, Clermont, Fla., Husqvarna 

8. Joey Savatgy, Clermont, Fla., Kawasaki

9. Colt Nichols, Murrieta, Calif., Honda

10. Justin Cooper, Tallahassee, Fla., Yamaha

 

450SX Class Championship Standings

1. Eli Tomac, Cortez, Colo., Yamaha (139)

2. Cooper Webb, Newport, N.C., KTM (132)

3. Chase Sexton, Clermont, Fla., Honda (132)

4. Jason Anderson, Rio Rancho, N.Mex., Kawasaki (111)

5. Ken Roczen, Clermont, Fla., Suzuki (104)

6. Aaron Plessinger, Hamilton, Ohio, KTM (104)

7. Justin Barcia, Greenville, Fla., GASGAS (97)

8. Joey Savatgy, Clermont, Fla., Kawasaki (82)

9. Colt Nichols, Murrieta, Calif., Honda (75)

10. Christian Craig, Clermont, Fla., Husqvarna (75)

Il main della Lites parte con l'holeshot di Hampshire in sella alla Rockstar Husqvarna, dietro McAdoo, Jett Lawrence e Pierce Brown. I migliori sono li davanti. Mentre RJ prova a scappare, Jett si libera del pilota ProCircuit ma sembra rimanere tranquillo, come se già sapesse dell'errore che da lì a poco avrebbe commesso il leader della gara. Hampshire scivola in curva, con il davanti che se ne va fuori dal canale. A vedere dalle ultime gare guidare in testa il main event non sembra portare bene!

Il pilota HSQ si rialza terzo, ma sorprende presto McAdoo per riprendersi almeno il posto d'onore. La gara prosegue così senza troppi sussulti, con Jett che conferma di essere una spanna sopra gli altri sia tecnicamente che mentalmente ed allunga in testa. Verso la fine si accende la lotta per il podio tra McAdoo e P. Brown, con un bel duello a suon di sorpassi che si conclude però con un piccolo contatto dove ha la peggio il pilota di Troy Lee, che finisce a terra. Il podio finale rispetta anche quello di campionato, ed effettivamente conferma i valori visti in campo.

Tra 7 giorni si riparte con Arlington. La pausa, che era prevista proprio in occasione della gara odierna, è saltata per permetterne il recupero e così si prosegue senza sosta fino al 25 Marzo, con ben 10 gare consecutive! È una guerra fisica e di nervi, stay tuned!

Western Regional 250SX Class Results

1. Jett Lawrence, Zephyrhills, Fla., Honda 

2. RJ Hampshire, Minneola, Fla., Husqvarna

3. Cameron McAdoo, Sioux City, Iowa, Kawasaki 

4. Levi Kitchen, Havana, Fla., Yamaha 

5. Pierce Brown, Sandy, Utah, GASGAS 

6. Enzo Lopes, Chesterfield, S.C., Yamaha

7. Max Vohland, Granite Bay, Calif., KTM 

8. Mitchell Oldenburg, Godley, Tex., Honda

9. Cole Thompson, Brigden, ON, Yamaha

10. Mitchell Harrison, Leesburg, Fla., GASGAS 

 

Western Regional 250SX Class Championship Standings

1. Jett Lawrence, Zephyrhills, Fla., Honda (101)

2. RJ Hampshire, Minneola, Fla., Husqvarna (81)

3. Cameron McAdoo, Sioux City, Iowa, Kawasaki (80)

4. Mitchell Oldenburg, Godley, Tex., Honda (69)

5. Levi Kitchen, Havana, Fla., Yamaha (63)

6. Enzo Lopes, Chesterfield, S.C., Yamaha (63)

7. Stilez Robertson, Bakersfield, Calif., Yamaha (52)

8. Max Vohland, Granite Bay, Calif., KTM (52)

9. Pierce Brown, Sandy, Utah, GASGAS (51)

10. Dylan Walsh, Wildomar, Calif., Kawasaki (49)

 

Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.