Cerca

Seguici con

Supermoto

Internazionali d'Italia Supermoto 2018. Schmidt imprendibile a Pomposa

Sul circuito ferrarese il pilota tedesco del Team Honda L30 Racing si impone su Bartolini e Occhini. Vittorie anche di Lorenzini (S2), Tesconi (S3), Vandi (S4) e Ravaioli (S5)

Internazionali d'Italia Supermoto 2018. Schmidt imprendibile a Pomposa
Alla presenza del Presidente della F.M.I., Avv. Giovanni Copioli (che in diretta si è personalmente complimentato con il fresco vincitore dell’europeo MX 65cc., Brando Rispoli) e del Coordinatore Nazionale Motocross Sig. Andrea Barbieri, anche il quarto Round di Campionato è andato in scena nel migliore dei modi, fatto salvo l’episodio accaduto ai margini, che ha visto coinvolti alcuni Piloti, ai quali gli sono state comminate le sanzioni del caso.
Circa le gare, il “particolare” asfalto del Circuito romagnolo ha concorso, forse, a rimescolare le carte della intensa giornata Sportiva in alcune classi, rendendo così il Campionato ancora più avvincente.

Nella S1 Marc Schmidt (4°/1° Honda L30 Racing) ha vinto ancora, confermando così la sua Leadership. Ma la gara emiliana ha mostrato un equilibrio diverso. Nella frazione iniziale Marc scivola al quinto giro e riparte attardato. Passa così a condurre Andrea Occhini (1°/8° Honda FRT Racing2), che si deve guardare dalla continua pressione di Fabrizio “Bicio” Bartolini (2°/2° Honda FRT Racing2). Nel frattempo Schmidt risale fino alla terza posizione dopo aver superato Mauno Hermunen (4°/3° SWM Factory) e Diego Monticelli (4°/5° TM Factory Racing); in questi ultimi passaggi sia Hermunen che Schmidt si trovano a dover lottare anche con una perdita “vaporizzata” di olio proveniente da altre moto, che ha reso insicura la loro parte di gara conclusiva.
In gara due Schmidt parte subito al comando seguito da Hermunen. Bartolini supera il pilota SWM, si porta in seconda posizione e subito attacca da vicino il fuggitivo, ingaggiando un confronto alla pari, guadagnando nella parte finale del circuito e perdendo nella sezione col fuoristrada. Nel frattempo Occhini ed Hermunen si compattano formando un “trenino” di cui fa parte per alcuni giri anche Diego Monticelli. Occhini al quarto giro cade nello sterrato, Hermunen si rifà sotto ai due fuggitivi fino a che Bartolini è costretto a mollare fisicamente, terminando così la pressione su Schmidt, che va a vincere gare due ottenendo anche l’assoluta, seguito sul podio di giornata da Bartolini e Occhini.
Nella generale Schmidt si conferma in Red Plate con 182pt., seguito da Diego Monticelli con 144pt., e da Pavel Kejmar (TM) con 135pt.. La classifica dell’Italiano vede Diego Monticelli in vetta con 144pt., seguito da Andrea Occhini e Luca D’Addato, entrambi con 110pt..
Il miglior Rookie nella S1 è stato ancora Gioele Filippetti (TM).

In S2 anche a Pomposa si impone nettamente Giulio Lorenzini (1°/1° Suzuki Valenti), autore di due manche condotte sempre in testa. Dietro di lui c’è invece molto movimentato e nella frazione conclusiva l’agonismo tra Luc Hunziker (10°/2° KTM Phoenix Racing Team), Ivan Chiarotti (2°/3° Honda) e Luca Bozza (3°/4° TM) si accende con continui sorpassi. Alla fine Hunziker termina secondo ma rimane fuori dal podio penalizzato dalla posizione ottenuta nella prima manche. Sul secondo gradino del podio ci sale così Chiarotti e sul terzo Bozza. In campionato comanda Lorenzini con 1.920pt., seguito da Hunziker con 1.185pt. e da Chiarotti con 1.095.

Nella S3 (Under 24) emerge ancora l’ottimo Erik Tesconi (1°/1° Honda Liguria Racing Valdemi Moto): in gara 1 finisce subito fuori pista nello sterrato, rimane attardato ma recupera fino alla seconda posizione, che in virtù della squalifica per taglio di percorso fortuito del vincitore gli vale la prima piazza, conquistata invece senza l’ausilio dei regolamenti anche nella frazione di chiusura. La seconda posizione nella classifica di assoluta di Ferrara la conquista ottimamente Alex Pellattiero (2°/3° Honda), mentre la giornata arride finalmente, e meritatamente, a Fabio Mazzolai (4°/4°) Honda FRT Racing 2), che sale sul terzo gradino del podio.
In Campionato Tesconi occupa la prima posizione con 185pt., seguito da Kevin Negri (0°/2° Suzuki) con 169pt., e Christian Bellemo (Honda 3°/6°) con 151pt..

La S4 (solo asfalto) registra la bellissima vittoria di giornata del “Pole Man” Kevin Vandi (1°/1° Honda L30 Racing), seguito sul secondo gradino del podio da Matteo Ettore Traversa (2°/2° Yamaha. Kevin in gara 1 scatta al comando ma viene immediatamente superato da Matteo, il quale guida la manche per quasi metà frazione. I due viaggiano praticamente attaccati fino al momento in cui Vandi passa a condurre operando un sorpasso all’interno della seconda curva del circuito, allontanandosi gradualmente fino a concludere con sette secondi di vantaggio. Nella frazione conclusiva Vandi allunga quasi subito e bissa il successo iniziale. Il podio di giornata è così chiuso da Alessandro Sanchioni (6°/3° TM), autore di una brillante seconda manche.
In Campionato Vandi si conferma in Red Plate con 190pt., seguito da Traversa con 150pt., e da Sanchioni con 135pt..

La S5 (over 43), che incrementa ulteriormente le presenze in griglia, vede ancora la netta affermazione di Marzio Ravaioli (1°/1° TM FRT Racing Team 2), seguito da Roberto Ponsicchi (3°/2° Honda L30 racing) e da Giuseppe Verdelli (2°/6° Honda). In Campionato guida Verdelli con 1.700pt., seguito da Ravaioli con 1.460pt., e da Ponsicchi a quota 1.240pt..

Il prossimo e quinto appuntamento, dei sette in programma, è fissato per Latina il 2 settembre.

Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.