Cerca

Seguici con

Supermoto

Italiano Flat Track, titolo 2019 a Cecchini

Redazione
dalla Redazione il 14/10/2019 in Supermoto
Italiano Flat Track, titolo 2019 a Cecchini
Chiudi

Terzo titolo italiano per il pilota della Zaeta, che corona un’altra stagione da protagonista con la doppietta Campionato Italiano e FIM Flat Track Cup. Corradetti stupisce ancora e vince l'ultima prova

Terzo titolo italiano per Francesco Cecchini, che corona un’altra stagione da protagonista con la doppietta Campionato Italiano – FIM Flat Track Cup. Il romagnolo, nella gara conclusiva del tricolore disputata a Terenzano (UD) si è fatto soffiare all’ultima curva una vittoria di gara che sembrava ormai certa, per merito del sedicenne Kevin Corradetti, autore di un formidabile recupero nella finalissima. Il giovane centauro marchigiano si trovava in quarta posizione a tre giri dal termine della manche conclusiva, riuscendo in due giri a passare prima Daniele Moschini, quindi Gianni Borgiotti, lanciandosi all’inseguimento di Cecchini. Nell’ultimo giro il distacco tra i due (nella foto) si era sensibilmente ridotto, la caparbietà di Corradetti è stata premiata con un sorpasso per vie interne strappa plausi, che gli ha consentito di conquistare il suo secondo successo in stagione.

Festa doppia per Corradetti, che con il pieno di punti raccolti ha ottenuto il terzo posto in classifica generale venendo così insignito della medaglia di bronzo, distanziando Gianni Borgiotti che aveva i suoi stessi punti alla vigilia dell’epilogo friulano. Argento per Daniele Moschini, quarto di giornata, soddisfatto per l’annata che ha segnato il suo ritorno alle competizioni ufficiali dopo alcune stagioni di pausa.

Cecchini ha bissato il successo del 2018, evidenziando alcune difficoltà incontrate nel percorso tricolore: “Ho sentito molto di più il campionato che la Flat Track Cup, ho fatto dei radicali cambiamenti su me stesso e quindi ero un po’ teso e ho cercato di rischiare il meno possibile. Dedico questo mio terzo titolo all’amico Marco Buzzi, che non c’è più, ma anche a tutto il mio team, in particolare papà Fabrizio, i meccanici e tutti gli sponsor. Senza di loro tutto questo non sarebbe stato possibile”.

www.federmoto.it

Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.