Cerca

Seguici con

Supermoto

Internazionali d'Italia Supermoto, a Pomposa dominio di Marc Reiner Schmidt

Redazione
dalla Redazione il 25/10/2020 in Supermoto
Internazionali d'Italia Supermoto, a Pomposa dominio di Marc Reiner Schmidt
Chiudi

Le ultime due prove sul circuito ferrarese hanno laureato Campioni 2020 Schmidt (S1), Sammartin (S1 ITA) Romano (S2), Pellattiero (S3), Vandi (S4), Porfiri (S5) e Andrenacci/Rutigliano (J)

Le due ultime sfide della stagione degli Internazionali d’Italia Supermoto 2020 sono andate in scena sabato 24 e domenica 25 ottobre sul rinnovato circuito di Pomposa. Le gare non hanno deluso le aspettative con grandi battaglie e vincitori incerti fino all’ultimo metro in una delle location più iconiche della disciplina. Confermato il successo della diretta web con quasi 100.000 visualizzazioni tra YouTube e Facebook.

SABATO 24 OTTOBRE

S1 – Vista l’assenza di Thomas Chareyre, il pronostico era tutto a favore di Marc Reiner Schmidt (Honda L30 Racing), ma il fenomeno tedesco ha dovuto fare i conti con uno straordinario Diego Monticelli (TM Racing) autore della pole position e di due manche scoppiettanti. Nella prima ha tenuto testa a Schimdt fino alla fine, subendo un sorpasso da cineteca al penultimo giro da parte del pilota Honda, mentre nella seconda la trama si è invertita, con Schmidt davanti fino alla fine e con Diego Monticelli che ha trovato la forza per infilarlo e andare a vincere nonostante un disperato tentativo di Marc nell’ultimo giro. Sorpresa anche per il terzo posto di Gioele Filippetti (Honda FRT Racing 2) che ha anticipato Elia Sammarti (Honda Phoenix Racing Team), Edgardo Borella (Honda FRT Racing 2), Teo Monticelli (Honda BRT) e Fabrizio Bartolini (Honda FRT Racing 2).

S2 – Christian L’uomo del giorno è Maxime Lacour (Honda Gazza Racing) autore di una perentoria doppietta che gli ha permesso di festeggiare la vittoria di giornata a punteggio pieno. Alle sue spalle hanno chiuso Luca Bozza (Honda L30 Racing) e Youry Catherine (Honda Gazza Racing). Solo sesto Christian Romano (Suzuki LUX Racing) vittima di un problema tecnico in gara 1 che lo ha tolto di scena sin dalle prime battute. Romano ha chiuso comunque secondo in gara 2 e continua a mantenere saldamente la testa della classifica.

S3 (under 23) – Ci vorrà l’ultima bandiera a scacchi per trovare il vincitore della stagione, dopo la doppietta di Alex Pellattiero (TM Team Unidici) che ha raggiunto in classifica Fabio Mazzolai (Honda BRT), oggi terzo alle spalle di Nicolò Pontevichi (TM Team Undici).

S4 (On Road) – Come sempre grande battaglia e colpi di scena a non finire nella classe solo asfalto in cui ha trionfato per la seconda volta consecutiva Marco Malone (Honda BRT), nonostante le vittorie parziali siano andate ad Alessandro Sanchioni (Honda L30 Racing) e Alberto Surra (Honda FRT Racing 2), il vice campione italiano del CIV in Moto3 e wild card di lusso in questo finale di stagione. Il leader Kevin Vandi (Honda L30 Racing) contiene i danni e chiude al secondo posto assoluto davanti a Sanchioni.

S5 (over 40) – Poca storia nella classe dei senatori, con Massimiliano Porfiri (Honda Freccia Team) che si porta a casa le due manche con ampio margine, laureandosi Campione Italiano S5 con una prova d’anticipo. Secondo posto per Gabriele Gianola (J Team Racing) e terzo per Marco Manfredi (Husqvarna). Porfiri festeggia così l’ennesimo titolo con Marco Furega (Honda Future Team) secondo, staccato di un solo punto da Gianola.

85 Junior che conferma Emanuele Andrenacci (KTM M Racing) autore dell’ennesima doppietta che gli ha permesso di festeggiare il titolo con una gara di anticipo. Ma le sorprese di giornata arrivano dalle quote rosa con le mitiche Luana Giuliani (KTM) e Maria Vittoria Di Carlo (Yamaha) che completano il podio. Stesso epilogo anche per la 65 con il piccolo Mattia Rutigliano vincitore di giornata e del Campionato.

Internazionali d'Italia Supermoto, a Pomposa dominio di Marc Reiner Schmidt

DOMENICA 25 OTTOBRE

S1 – Dopo aver subito l’azione di Monticelli nella giornata di ieri, Marc Reiner Schmidt (Honda L30 Racing) ha rimesso le cose a posto sin dai primi metri di entrambe le manche, andando a cogliere due vittorie che gli valgono il successo di giornata e il titolo degli Internazionali d’Italia Supermoto 2021. Per il pilota tedesco si è trattato del miglior modo per festeggiare il suo 25° compleanno. Un successo schiacciante che ha confermato le qualità di uno dei piloti più forti del mondo.

Alle sue spalle ha chiuso un redivivo Diego Monticelli (TM Racing) due volte secondo senza sussulti. L’obiettivo del pilota marchigiano era quello di aggiudicarsi il titolo della classifica riservata agli italiani, ma la missione gli è sfuggita per un solo punto. Con un terzo e un quinto posto di giornata, Elia Sammartin (Honda Phoenix Racing Team) si è così confermato Campione Italiano, dopo una stagione proficua soprattutto nella prima parte. La sorpresa di giornata è stata certamente quella di Edgardo Borella (Honda FRT Racing 2), salito sul podio grazie a un quarto e un terzo posto; Borella chiude anche al terzo posto nel Campionato Italiano.

Ecco la classifica Internazionale: Marc Schmidt (286 pt.), Elia Samartin (224 pt.), Diego Monticelli (223 pt.), Edgardo Borella (184 pt.), Fabrizio Bartolini (179 pt.)

Podio Campionato Italiano S1

La classifica dell’Italiano: Elia Sammartin, Diego Monticelli, Edgardo Borella, Fabrizio Bartolini, Teo Monticelli.

Podio Campionato S2

S2 – Ancora una doppietta di Maxime Lacour (Honda Gazza Racing), imprendibile per chiunque sin dalle prove cronometrate. In entrambe le manche è scattato in testa e ha allungato sugli inseguitori senza lasciare spazio a nessuno. Grande battaglia alle sue spalle, con Matteo Piva (Yamaha Tre Pini) secondo e terzo di manche e vera sorpresa della categoria. Terzo Youry Catherine (Honda Gazza Racing) che chiude secondo in Campionato alle spalle di Christian Romano (Suzuki LUX Racing), solo sesto assoluto in questa giornata in cui ha gestito il vantaggio in classifica con l’obiettivo di portarsi a casa il titolo di Campione Italiano S2.

Romano festeggia quindi con 2.410 punti su Chaterine (2.000) e su un ottimo Luca Bozza (Honda L30 Racing) a 1.840 pt.

Podio Campionato S3

S3 (under 23) – Sorprese a non finire nella classe dei giovani, con Alex Pellattiero (TM Team Undici) e Fabio Mazzolai (Honda BRT) arrivati a pari punti prima dell’ultima sfida. Il vincitore della seconda manche sarebbe stato anche il Campione: Mazzolai ha provato a comandare la gara fino a rendersi protagonista di una scivolata che gli è costata una stagione. A quel punto Pellattiero ha gestito la situazione chiudendo al secondo posto alle spalle del compagno di squadra Nicolò Pontevichi (TM Team Undici), secondo assoluto di giornata alle spalle di Pellattiero e davanti a Mazzolai.

Pellattiero festeggia così il titolo di Campione Italiano S3 con 262 punti su Mazzolai (253 pt.), Pontevichi (245 pt.), Bolognesi (192 pt.) e Guidi (184 pt.)

Podio Campionato S4

S4 (On Road) – Si aspettavano scintille e così è stato, con il titolo combattuto fino all’ultimo giro. Il mattatore di giornata è stato Alberto Summa (Honda FRT Racing 2) wild card di lusso e vice campione italiano del CIV Moto3 che non ha lasciato spazio agli avversari, conquistando entrambe le manche. Ma la sfida per il titolo era tra Marco Malone (Honda BRT) e Kevin Vandi (Honda L30 Racing), separati da una manciata di punti. Malone ha fatto il suo dovere portandosi a casa due secondi posti di manche, mentre Vandi ha fatto più fatica a risalire dalla sesta casella da cui scattava dopo le crono. A Vandi servivano due terzi posti e se nella prima manche non è stato così difficile per lui, nella seconda ha dovuto lottare fino all’ultimo giro con Allessandro Morosi (KTM RGR) in un testa a testa altamente spettacolare, risolto con un sorpasso decisivo di Vandi nelle ultime battute.

Kevin Vandi si conferma così Campione Italiano S4 con 2.170 punti su Marco Malone 2.155 pt., Iacopo Arduini (Honda FRT Racing 2) a 1.790 punti, Alessandro Sanchioni (Honda L30 Racing) a 1.750 punti e Danilo Paoloni (Honda Wyss Motorsport Team) a 1.360 punti.

Podio Campionato S5

S5 (over 40) – Incertezza anche nella S5: con il titolo già assegnato nella giornata di ieri a Massimiliano Porfiri (Honda), dominatore anche di questa ultima giornata con un’altra perentoria doppietta, l’attenzione si è spostata sul confronto tra Marco Furega (Honda MP Racing) e Gabriele Gianola (Honda J Team Racing) che si sono giocati il secondo posto fino alla fine, dopo che Furega si è reso protagonista di una caduta in gara 1 che ha avvantaggiato Gianola. Nella gara decisiva, Furega ha chiuso secondo, anticipando così di un solo punto Gianola.

Questa è la classifica: Porfiri è il nuovo Campione Italiano S5 con 292 punti su Furega (230 pt.) e Gianola (229 pt.), quarto Marchioni (165 pt.) e Manfredi (121 pt.).

Podio Campionato 85J

85 Junior – Emanuele Andrenacci (KTM M Racing) è il Campione Italiano della 85, mentre Mattia Rutigliano (KTM) è il migliore della 65. Entrambi hanno corso un’ottima stagione con grandi prestazioni che hanno animato questa classe più che mai ricca di partecipanti e possibilità di crescere ulteriormente. Tutti bravissimi in pista, ma sono da sottolineare le performance dei fratelli Matteo e Riccardo Andreotti, di Alessandro Carminati e delle due lady motard Luana Giuliani e Maria Vittoria Di Carlo. 

Podio Campionato 65J

Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.