Cerca

Seguici con

Equipaggiamento

SIDI e progresso: un piccolo inizio si trasforma in una grande impresa

Francesco Massignani il 22/05/2020 in Equipaggiamento
SIDI e progresso: un piccolo inizio si trasforma in una grande impresa
Chiudi

Un insieme di piccoli passi, un cambiamento rapido, una continua evoluzione fanno di Sidi ciò che conosciamo oggi

Sidi nasce in un’epoca rivoluzionaria dove tutto era da ricostruire e di idee ce n’erano davvero tante. Non tutti però avevano la determinazione necessaria per fare impresa ma Dino Signori, fondatore di Sidi, ne aveva eccome. È così che proprio nel 1960, all’inizio di una decade, nasce, in 40 mq ricavati da una vecchia stalla, la Sidi. È lì che vengono installati i primi macchinari e i primi mattoni di una storia lunga 60 anni.
 

<div class='descrGalleryTitle'>1960: da una stalla trasformata in laboratorio artigiano...</div><div class='descrGalleryText'><p>Non tutto nasce per caso, non tutto fila liscio dal primo istante, ma è proprio qui che la tenacia del suo fondatore entra in gioco, deciso più che mai a rimanere a&nbsp;Maser, dov’era nato e cresciuto, e dove ha imparato un mestiere. Quel mestiere che gli avrebbe permesso di diventare uno dei produttori di scarpe per il ciclismo e stivali da moto più conosciuto ed apprezzato al mondo.</p>
</div>
1960: da una stalla trasformata in laboratorio artigiano...

Non tutto nasce per caso, non tutto fila liscio dal primo istante, ma è proprio qui che la tenacia del suo fondatore entra in gioco, deciso più che mai a rimanere a Maser, dov’era nato e cresciuto, e dove ha imparato un mestiere. Quel mestiere che gli avrebbe permesso di diventare uno dei produttori di scarpe per il ciclismo e stivali da moto più conosciuto ed apprezzato al mondo.

<div class='descrGalleryTitle'>Storica sede di SIdi dagli anni 70 al 2007 </div><div class='descrGalleryText'><p>Tra varie vicissitudini, paure e soddisfazioni, alla fine di quell’anno<br />
Sidi assume il suo primo dipendente e la sua attività si sviluppa<br />
instancabilmente. Due anni dopo acquista un terreno di 5000 mq, su cui<br />
costruisce il suo primo capannone. Piuttosto grande per le esigenze del momento ma era in via Bassanese, dove i genitori un tempo avevano aperto un’osteria. Un luogo pieno di bei ricordi e carico di emozioni. Nel corso degli anni 70, sui 5000 mq di terreno acquistati, sede ufficiale per moltissimi anni, vengono costruite sempre più aree produttive fino ad arrivare ad ospitare un capannone di 2000 mq. Ampliamento considerevole in poco meno di 10 anni.</p>
</div>
Storica sede di SIdi dagli anni 70 al 2007

Tra varie vicissitudini, paure e soddisfazioni, alla fine di quell’anno
Sidi assume il suo primo dipendente e la sua attività si sviluppa
instancabilmente. Due anni dopo acquista un terreno di 5000 mq, su cui
costruisce il suo primo capannone. Piuttosto grande per le esigenze del momento ma era in via Bassanese, dove i genitori un tempo avevano aperto un’osteria. Un luogo pieno di bei ricordi e carico di emozioni. Nel corso degli anni 70, sui 5000 mq di terreno acquistati, sede ufficiale per moltissimi anni, vengono costruite sempre più aree produttive fino ad arrivare ad ospitare un capannone di 2000 mq. Ampliamento considerevole in poco meno di 10 anni.

<div class='descrGalleryTitle'>Via dei Rizzi, Maser </div><div class='descrGalleryText'><p>Alla fine del 2007, uffici e produzione si trasferiscono in via dei Rizzi, sempre a Maser. Impossibile non notarla. <span style="background-color: transparent;">La nuova sede infatti ha una forma singolare nata per rappresentare l’animo e la dinamicità di Sidi con i suoi 90 m di archi in acciaio, mentre evoca i colliasolani, silenziosi e meravigliosi compagni di giornate lavorative, la cui vista è ammirabile dall’interno degli uffici. Un’architettura che non lascia nulla al caso e, così come i prodotti che giornalmente vengono pensati e realizzati al suo interno, si avvale di sofisticati tecniche di costruzione e progettazione. Acciaio a rappresentare la leadership del settore, architetture avanzate e soluzioni innovative a raccontare la continua evoluzione. Il tutto Rizzi, sempre a Maser. Impossibile non notarla.racchiuso nella semplicità dei materiali utilizzati.</span></p>
</div>
Via dei Rizzi, Maser

Alla fine del 2007, uffici e produzione si trasferiscono in via dei Rizzi, sempre a Maser. Impossibile non notarla. La nuova sede infatti ha una forma singolare nata per rappresentare l’animo e la dinamicità di Sidi con i suoi 90 m di archi in acciaio, mentre evoca i colliasolani, silenziosi e meravigliosi compagni di giornate lavorative, la cui vista è ammirabile dall’interno degli uffici. Un’architettura che non lascia nulla al caso e, così come i prodotti che giornalmente vengono pensati e realizzati al suo interno, si avvale di sofisticati tecniche di costruzione e progettazione. Acciaio a rappresentare la leadership del settore, architetture avanzate e soluzioni innovative a raccontare la continua evoluzione. Il tutto Rizzi, sempre a Maser. Impossibile non notarla.racchiuso nella semplicità dei materiali utilizzati.

<div class='descrGalleryTitle'>Benvenuti in Sidi !</div><div class='descrGalleryText'><p>Sidi oggi conta un elevato numero di dipendenti e collaboratori,<br>
ispirati da un uomo che di esperienza gestionale potrebbe riempire intere<br>
pagine. Un imprenditore che ha saputo adattarsi ai tempi, che ha colto<br>
occasioni inaspettate, che ha interpretato il mercato e apportato innovazione, spinto dalla sua incessante voglia di creare e poter condividere prodotti sempre al passo con i tempi. Un uomo che ha fatto delle emozioni, un filo conduttore come raccontano i tanti dipendenti. Allora come ora, Dino Signori è sempre disponibile al confronto, fa sentire le persone a proprio agio e non esita a trasmettere la sua esperienza. Valori inestimabili che creano un’atmosfera costruttiva all’interno di una realtà imprenditoriale sviluppatasi esponenzialmente.</p>
</div>
Benvenuti in Sidi !

Sidi oggi conta un elevato numero di dipendenti e collaboratori,
ispirati da un uomo che di esperienza gestionale potrebbe riempire intere
pagine. Un imprenditore che ha saputo adattarsi ai tempi, che ha colto
occasioni inaspettate, che ha interpretato il mercato e apportato innovazione, spinto dalla sua incessante voglia di creare e poter condividere prodotti sempre al passo con i tempi. Un uomo che ha fatto delle emozioni, un filo conduttore come raccontano i tanti dipendenti. Allora come ora, Dino Signori è sempre disponibile al confronto, fa sentire le persone a proprio agio e non esita a trasmettere la sua esperienza. Valori inestimabili che creano un’atmosfera costruttiva all’interno di una realtà imprenditoriale sviluppatasi esponenzialmente.

Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.