Cerca

Seguici con

Moto

Chi le ha viste? CCM CMX 450

Redazione
dalla Redazione il 06/03/2019 in Moto
Chi le ha viste? CCM CMX 450
Chiudi

Raro esempio di moderna motocross "made in England", la CCM CMX 450 era caratterizzata da un telaio costruito con tecnologie di derivazione F1. Non andò mai in produzione...

CCM non è un marchio molto conosciuto in Italia. La sigla sta per Clews Competition Machinery, casa inglese con sede a Bolton, città della Greater Manchester, dove produce moto dal 1971.
Fallita nel 2004, la casa inglese è rinata sotto nuova proprietà nel 2005 e ha iniziato a produrre una serie di modelli interessanti come la CCM FT35, una delle prime moto ad ispirarsi al mondo del dirt track, tanto in voga in questo momento. La FT 35 era motorizzata con il motore della Suzuki DRZ 400 raffreddato ad acqua, con lubrificazione a carter secco e 42 cavalli di potenza. Questi valori, uniti al peso ridotto di soli 120 kg ed al passo corto, ne fecero una moto di discreto successo, importata anche in Italia da UK Garage di Milano.

All'EICMA di Milano del novembre 2007 la CCM presentò la CMX 450, una racing con cui la casa inglese intendeva tornare ai vertici del motocross mondiale. Per il 2008 era prevista la partecipazione al British MX1 Championship per poi sbarcare nel Mondiale MX1 dal 2009.
I piani prevedevano la realizzazione di una preserie di 12 unità nel 2008, da affidare ad un paio di Team, prima dell'entrata in produzione prevista per il 2009. 

Il prototipo esposto a Milano era dotato di un telaio in alluminio caratterizzato dalla particolarità di essere realizzato in pezzo unico attraverso dei collanti, senza saldature, con una tecnologia messa a punto con la collaborazione di alcuni ingegneri provenienti da Aston Martin e Lotus. Il telaietto posteriore, con funzioni di airbox era invece in carbonio, realizzato dall'italiana CMR. In carbonio anche il serbatoio da 8 litri, mentre lo scarico era completamente in titanio. Il prototipo aveva sospensioni WP, sovrastrutture e sella di chiara derivazione KTM, mentre il motore era di provenienza Yamaha, sviluppato per poter utilizzare Bio-Etanolo E85 come carburante.

La moto, gestita dal Team Buildbase di David Thorpe e guidata da Stephen Sword e Tom Church, dopo la partecipazione al campionato inglese nel 2009, fece qualche apparizione nel Mondiale MX1 del 2010 raccogliendo più delusioni che punti, prima di scomparire definitivamente senza lasciare alcun segno, né sportivo, né tantomeno commerciale.

Oggi la CCM, dopo il lancio di qualche anno fa della GP450 Adventure, ha una interessante gamma basata sulla serie Spitfire, messa a punto con la consulenza di un campione del calibro di Carl Fogarty.

 

CCM CMX 450 SPECIFICATIONS

Engine: Yamaha, DOHC, 5 valve
Displacement: 449cc
Bore x stroke: 95.0 x 63.4 mm
Compression ratio:  12.3:1
Carburetor: Keihin FCR-MX39/1
Transmission: 5 speed
Frame: aluminium CNC machined link-bond technology – weldless bonded chassis
Subframe: CRM carbon fibre/ airbox, one piece
Fuel tank: 8 litre carbon fibre
Front suspension: WP
Rear suspension: WP No-link
Wheels: Talon carbon/Excel A60 rims
Exhaust: DEP

CCM CMX 450
CCM CMX 450
CCM CMX 450
CCM CMX 450
CCM FT35
CCM FT35
CCM Spitfire
CCM Spitfire
CCM Spitfire Foggy
CCM Spitfire Foggy

Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.