Cerca

Seguici con

Moto

Fantic XX 125: il PRIMO test

Pino Mottola
Pino Mottola il 28/11/2019 in Moto
Fantic XX 125: il PRIMO test
Chiudi

Fantic Motor rientra a sorpresa nel mondo dell’off-road racing “adulto” con le XX da cross e le XE da enduro. Si parte dalle 125, derivate dalle Yamaha YZ con modifiche per ora limitate. Siamo andati a vedere la XX 125 in avanzata in fase di sviluppo, scoprendo un progetto ambizioso e dalle potenzialità notevoli

Questa è una di quelle storie capaci di affascinare. Una storia romantica, nuova e vecchia allo stesso tempo; di quelle che pensavamo di non sentire più in questi anni in cui al potere, anziché la fantasia, il coraggio e una giusta dose di spavalderia, sono andati la prudenza e il calcolo economico. E in cui le aziende dove a comandare erano gli appassionati (Aprilia, Cagiva, Vertemati, Cannondale...) hanno chiuso o abbandonato l’off-road, spazzate via dall’efficienza di quelle più organizzate e solide dal punto di vista finanziario.

 

Fantic  XX 125: il PRIMO test
La Fantic XX 125 in azione

LA SFIDA DI FANTIC

Fantic Motor è una delle poche aziende capaci di dimostrare che è ancora possibile conciliare lo slancio passionale con l’attenzione ai conti. Rilanciata solo cinque anni fa da un pool di imprenditori veneti e guidata da Mariano Roman, ingegnere con una lunga esperienza in Laverda, Aprilia e Piaggio, Fantic è cresciuta con impressionante rapidità partendo intelligentemente dai suoi capisaldi – le raffinate Enduro 50 2T e 125 4T – per poi estendersi alle MTB ed e-MTB (settore in cui è ormai leader), lanciare una nuova incarnazione dello storico Caballero e arrivare infine a rientrare nel mondo racing dalla porta principale.

Una porta a due ante, addirittura: Motocross ed Enduro, con ambizioni e programmi di competere a livello nazionale, europeo e mondiale. Ambizioni legittimate sul piano tecnico dalla partnership con Yamaha, che fornirà la base per le future Fantic XX (Cross) ed XE (Enduro) e dall’ingaggio di due tecnici che hanno fatto grande l’Aprilia negli anni Novanta: il motorista Jan Witteveen e il telaista Gaetano Cocco. Ci sono insomma tutti gli ingredienti per immaginarsi una nuova storia di successi, che partirà già nel 2020 con le squadre affidate a Corrado Maddii, Franco Mayr e Marco D’Arpa. I tre team sono già stati presentati, anche se gli  ultimi dettagli verranno definiti durante l’inverno.

CON LA XX 125 FANTIC AVEVA DUE SFIDE: DARE ALL'ECCELENTE CICLISTICA YAMAHA UN LOOK AL PASSO CON I TEMPI E ALLINEARE LE PRESTAZIONI DEL SUO MOTORE A QUELLO DEI MIGLIORI. SULLA LINEA IL COLPO D'OCCHIO È DA URLO. PER IL MOTORE, INVECE, È AL LAVORO UN CERTO JAN WITTEVEEN

Fantic  XX 125: il PRIMO test
Pista fresata a puntino per il primo test della Fantic XX 125

XX 125: MISCELA ESPLOSIVA

Ma veniamo alla XX 125, la prima e per certi versi più importante delle nuove off-road venete. Da un lato perché va ad arricchire un segmento che, nonostante sia uno snodo fondamentale per ogni crossista, animato quindi da buone vendite e numerosi campionati, è al momento ristretto a tre attori: KTM/Husqvarna, Yamaha e TM. E dall’altro perché promette di rilanciare la piattaforma tecnica Yamaha 2T, storica e sempre valida come dimostrano ogni anno i risultati del nostro MasterMX, ma che per essere davvero al top meritava qualcosa in più a livello estetico e motoristico.

Ecco quello che è chiamata ad offrire la Fantic XX 125, che arriverà nella tarda primavera e si baserà quasi per intero sulla Yamaha YZ125. A parità di doti ciclistiche (notevoli), dalla sua avrà un look moderno e davvero riuscito e più pepe nel motore, ottenuto lavorando su accensione ed espansione. E se la MY20 sarà necessariamente uno sviluppo prudente della moto blu, c’è da scommettere che Fantic sfrutterà il know-how della sua nuova struttura racing per mettere a disposizione dei piloti versioni sempre più raffinate e performanti, come pure delle special parts derivate dalle moto ufficiali e probabilmente simili a quelle viste sulla moto presentata Eicma: pistone, testa, cilindro, carter accensione e frizione, piastre forcella e via dicendo.

Fantic  XX 125: il PRIMO test

Fantic Motor è una delle poche aziende capaci di dimostrare che è ancora possibile conciliare lo slancio passionale con l’attenzione ai conti

E POI L'ENDURO. E POI...

Il 2020 sarà l’anno delle 125, visto che debutterà subito anche la XE 125 che verrà derivata dalla YZ125X, versione da Cross Country che Yamaha realizza per USA e Australia già con ruota posteriore da 18”, impianto elettrico e altri dettagli per l’Enduro. Lo stesso dovrebbe avvenire per la XE 250 2T, mentre le annunciate XE 4T saranno derivate dalle WR. Nel 2021 dovrebbero infatti arrivare la XX 250 2T vista a Eicma e la XE 250 2T, ma forse anche una 250 4T.

È presto per parlare dei contenuti tecnici, ma i contorni dell’accordo paiono prevedere che le Fantic saranno più “premium” rispetto alle Yamaha: più rifinite e costose, un po’ come avviene per Husqvarna rispetto a KTM; ma in questo caso con una convivenza “esterna” tra le due aziende, che promette del resto di far bene al mercato bilanciando un po’ la bulimia degli austriaci: che già nel 2020 si presenteranno con tre marchi (KTM, Husqvarna, GasGas) e un’offerta dall’ampiezza mai vista prima.

In attesa di vedere le Fantic in lotta sui circuiti e nelle vetrine dei concessionari, noi siamo intanto eccitati dal vedere un’altra azienda italiana che raccoglie la sfida nell’off-road ai massimi livelli. La partenza è senz’altro con il piede giusto: la XX 125 che vedete in queste pagine, che abbiamo seguito durante un test di sviluppo, non è soltanto bella: a giudicare dal sorriso del collaudatore a ogni sosta, ha anche parecchio motore... Tremate, le Fantic son tornate!

<span class='descrGalleryTitle'>Fantic  XX 125: il primo test della nuova moto</span>
Fantic XX 125: il primo test della nuova moto
Fantic  XX 125: il PRIMO test
Fantic XX 125: il PRIMO test
Fantic  XX 125: il PRIMO test
Fantic XX 125: il PRIMO test
Fantic  XX 125: il PRIMO test
Fantic XX 125: il PRIMO test
Fantic  XX 125: il PRIMO test
Fantic XX 125: il PRIMO test

Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.

Correlate