Cerca

Seguici con

Moto

Chi l’ha vista? Bimota DBX 1100

Redazione
dalla Redazione il 02/03/2021 in Moto
Chi l’ha vista? Bimota DBX 1100
Chiudi

La bicilindrica da enduro riminese fu presentata all’EICMA del 2011. E’ stata prodotta in soli 23 esemplari, finiti quasi tutti all'estero. Uno è esposto negli Stati Uniti

Chi l’ha vista? Bimota DBX 1100

Bimota, la piccola factory italiana nata a Rimini nei primi anni ’70 per volere dei tre soci Valerio Bianchi, Giuseppe Morri e Massimo Tamburini, è sempre stata famosa per le sue special stradali e da pista e non ha trascorsi nel fuoristrada.

Almeno fino al 2011 quando qualcosa deve essere cambiato nei progetti dell’azienda visto che si cominciò a lavorare su due progetti off-road, anche se molto diversi tra loro. Del primo, la Bimota BBX 300-508, vi abbiamo già parlato.

A fianco della specialistica enduro racing, in Bimota cominciarono anche a pensare ad una adventur bike che potesse competere con le BMW R1200GS o KTM 1290 SuperAdventures, ma che rispetto a queste potesse fare la differenza nell’uso  in fuoristrada.

Chi l’ha vista? Bimota DBX 1100

Nacque così, sulla base del telaio e del motore della motard DB10, la DBX 1100. Il capo progetto, Ing. Massimo Gustato trapiantò sul telaio della DB10 componenti di qualità, da enduro vero, come forcella Ohlins TTX e ammortizzatore posteriore sempre Ohlins TTX, cerchi Excel montati su mozzi CNC, nella canoniche misure da 21" davanti e 18" dietro, pinze Brembo monoblocco e pneumatici Pirelli da enduro. La DBX 1100 fu presentata ufficialmente al Salone di Milano nel novembre del 2011, riscuotendo subito molto interesse.

La moto era nata bene, con soli 175 kg di peso e 100 cv di potenza, poteva tranquillamente dire la sua contro le più blasonate bicilindriche tedesche ed austriache. E siccome le corse sono sempre state il miglior banco di prova e il DNA Bimota era da sempre legato alle gare, si decise di testare la moto in quella che è considerata la più competizione più dura del panorama enduristico, l'Erzberg Rodeo.  Bimota chiamò Stefano Sacchini, un pilota con tanta esperienza  nei rally in sella a moto bicilindriche, gli diede una DBX praticamente di serie, alcuni pezzi di ricambio e un tecnico, e lo spedì a correre nella miniera austriaca.  Risultato? Quarto posto assoluto nell’Iron Prologue, classe bicilindrici e un piazzamento tra i primi 300 su 1.500 partecipanti.

Chi l’ha vista? Bimota DBX 1100

Stefano Sacchini "Ho provato nel mio lavoro praticamente tutte le moto off-road disponibili sul mercato e anche molti prototipi.  Ho corso per molti anni con diverse marche e ho avuto l'onore e la fortuna di correre anche con la DBX.  Non c'è aggettivo per definirla, se non 'incredibile: veloce negli sterrati, adrenalinica sui passi di montagna, veloce e precisa nell’ enduro vero".

Purtroppo anche la DBX 1100 è finita nell’oblio quando Roberto Comini, allora patron di Bimota, ha venduto l'azienda riminese ad una società di investitori svizzeri a fine 2013, non prima però di essere prodotta in 23 esemplari, tutti venduti e finiti quasi totalmente all’estero. Una curiosità: tre esemplari della BBX 1100 sono finiti negli USA, e uno è attualmente esposto nello splendido Bimota Spirit Museum di Raleigh, in Carolina del Nord.

Chi l’ha vista? Bimota DBX 1100

Scheda tecnica Bimota DBX 1100

Motore DUCATI 2 cilindri, 2 valvole, raffreddato ad aria, tipo L, 1078cc

Alesaggio x Corsa 98 x 71,5 mm

Rapporto di compressione 11,3: 1

Potenza massima      70 kW (95 CV) / 7700 giri / min

Coppia massima        98 Nm (10,0 kg) / 6200 giri / min

Sistema di alimentazione       Corpo farfallato con iniezione di carburante Bimota-Athena a controllo elettronico

Impianto di scarico Silenziatore con catalizzatore a tre vie

Cambio           6 velocità

frizione           Multidisco, tipo idraulico

Telaio Piastre in alluminio lavorate CNC e telaio a traliccio in tubi oval Chromoly

Forcellone       Traliccio ovale per tubi in Chromoly e piastra dell'asse in alluminio lavorato

Lunghezza totale x larghezza x altezza     2220 X 850 X 1200 mm

Interasse         1560mm

Angolo sterzo            27°

Sospensione anteriore           Forcella TTX Ohlins 48mm regolabile 210mm

Sospensione posteriore         Monoammortizzatore Öhlins regolabile ni compressione alta/bassa velocità

Freno anteriore          Doppio Disco Flottante 300mm pinza Brembo 

Freno posteriore      Disco 255mm  Pinza Brembo

Cerchi   EXCEL con raggi in alluminio, misure 1,85X21, 4,25X18

Pneumatici        90/90X21,  150/70-18

Altezza sella  890mm

Capacità serbatoio (riserva) 14L (5L)

Peso a secco   175kg

Colore Argento/rosso

Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.