Cerca

Seguici con

Motocross

HRC e Coronavirus: come si comporta il team durante la quarantena

Francesco Massignani il 02/04/2020 in Motocross
HRC e Coronavirus: come si comporta il team durante la quarantena
Chiudi

Dopo un buon inizio di stagione per Tim Gajser con 2 manches vinte su 4 arriva lo stop per l'emergenza sanitaria; Mitche Evans, infortunato alla spalla, avrà il tempo di recuperare dall a recente operazione durante questo periodo di sospensione dell'MXGP

Marcus Pereira de Freitas, General Manager del Team HRC, spiega come procede il programma dei piloti durante il periodo di stop forzato dalle attività agonistiche. 

Come si sta comportando il Team HRC durante l'arresto del campionato ? 

E' un momento difficile per tutti visto che ognuno è a casa propria in diverse parti del mondo, cercando di tenersi pronto in caso ci fosse una ripresa imminente. Ora la cosa più importante è rimanere al sicuro e sperare che la situazione migliori presto. 

Personalmente come vivi questa situazione ?

Io sono in Italia dove la situazione è seria. La quarantena è restrittiva e mi permette solo di fare la spesa con un permesso che la giustifichi. E' difficile perchè noi del Team solitamente viaggiamo molto per incontrare persone dal vivo e fare tutto da casa complica le cose. Questo è quello che devo e posso fare, quindi il lavoro però non si ferma.

I piloti invece cosa possono fare ?

Sono tornati a casa, Tim in Slovenia e Mitch in Australia. Mitch è partito dopo l'intervento, abbiamo pensato che il recupero fosse migliore se fosse rimasto un pò con la sua famiglia. Tim invece  sta sempre in Slovenia, dove ha una casa sua con palestra e attrezzi per mantenere alto il suo livello di allenamento in questo periodo di stop. 

La nuova Honda CRF450RW si sta comportando come avete sperato ?

Siamo molto contenti delle performance della nuova moto. Entrambi i piloti sono partiti bene e la moto è andata bene anche durante le gare. Sapevamo che sarebbe andata bene dopo i test invernali, ma vederla in azione è molto soddisfacente

Quanto è difficile organizzarsi quando non si sa come evolverà la situazione ?

E' la cosa più difficile perchè gli eventi continuano a cambiare. Ogni volta che facciamo un piano per organizzare una trasferta cambiano le cose, per cui il lavoro che abbiamo fatto è vano. E' frustrante ma è così in tutto il modno non solo per il motocross ma per tutti gli sport. Ora dobbiamo rimanere al sicuro e cercare di essere pronti per quando si riprenderà

 

HRC e Coronavirus: come si comporta il team durante la quarantena
HRC e Coronavirus: come si comporta il team durante la quarantena
HRC e Coronavirus: come si comporta il team durante la quarantena
HRC e Coronavirus: come si comporta il team durante la quarantena
HRC e Coronavirus: come si comporta il team durante la quarantena
HRC e Coronavirus: come si comporta il team durante la quarantena
HRC e Coronavirus: come si comporta il team durante la quarantena
HRC e Coronavirus: come si comporta il team durante la quarantena
HRC e Coronavirus: come si comporta il team durante la quarantena
HRC e Coronavirus: come si comporta il team durante la quarantena
HRC e Coronavirus: come si comporta il team durante la quarantena
HRC e Coronavirus: come si comporta il team durante la quarantena
HRC e Coronavirus: come si comporta il team durante la quarantena
HRC e Coronavirus: come si comporta il team durante la quarantena
HRC e Coronavirus: come si comporta il team durante la quarantena
HRC e Coronavirus: come si comporta il team durante la quarantena
HRC e Coronavirus: come si comporta il team durante la quarantena
HRC e Coronavirus: come si comporta il team durante la quarantena

Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.