Cerca

Seguici con

Moto

Tacita T-Race Diabolika. Flat track elettrica

il 13/12/2017 in Moto

Il gusto di cambiare le marce, una ciclistica raffinata, un look che non passa inosservato. E' una moto pensata per guidare in strada, ma anche in fuoristrada. Analisi, caratteristiche e prova

Tacita T-Race Diabolika. Flat track elettrica
Il nostro viaggio nel mondo delle moto elettriche ci ha già convinto: sono finiti i tempi in cui scendendo da una moto elettrica si restava perplessi. Se fino a pochi anni fa infatti le aspettative del motociclista medio in termini di esperienza di guida – prestazioni del motore, agilità della ciclistica – restavano deluse, le elettriche attuali, perlomeno quelle di fascia alta, sono moto gradevoli in modo a volte sorprendente, e l'unico vero limite che rimane è quello dell'autonomia.
Tacita la conosciamo da quando abbiamo avuto il primo contatto con la supermotard T-Race M. L'azienda piemontese con l'off-road nel DNA produce moto "full-size" pensate per non avere limiti in fuoristrada, articolate in una versione enduro, una rally, una motard e questa flat track chiamata Diabolika.
La Diabolika, che condivide con le sorelle la base tecnica (telaio, batteria, motore) tutta "made in Tacita", si distingue per la coppia di ruote da 19" e la verniciatura nero e oro delle sovrastrutture, interamente in fibra di carbonio. Esiste in due varianti, la svelta 5,3 kWh e la 10,6 kWh, con due batterie supplementari collocate a mò di borse laterali che raddoppiano l'autonomia fino a farle sfiorare i 150 km.
Il progetto T-Race, su cui è basata anche la Diabolika, ha ben evidenti i suoi geni fuoristradistici. Il telaio è un monoculla sdoppiato in acciaio, con interasse da 1.440 mm e sospensioni "alte": forcella Marzocchi a perno avanzato da 45 mm, mono Öhlins con leveraggio. Il motore trifase a induzione da 25 kW rafreddato a liquido è costruito in casa (ogni modello Tacita ha un motore dedicato), come pure in azienda sono realizzati l'assemblaggio delle celle litio-polimero e il sistema di gestione (BMS).

Articolo completo e gallery fotografica su DUERUOTE.IT

Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.