Cerca

Seguici con

Moto

Le prove di XOffRoad-Dueruote. Yamaha TY-E

il 24/07/2018 in Moto

Abbiamo provato nella foresta belga di Comblain au Pont il prototipo della prima trial elettrica di Yamaha. E ci siamo convinti che da qui in avanti una grossa fetta del mondo off-road sceglierà la via elettrica

Le prove di XOffRoad-Dueruote. Yamaha TY-E
Infili il braccialetto di sicurezza, sposti l’interruttore su ON e premi il pulsante. Fin qui la TY-E è esattamente identica a una Trial normale, solo che premendo il pulsante non accade nulla. Per fare la conoscenza del motore trifase e della batteria a ioni di litio bisogna ruotare l’acceleratore, al che il prototipo di Iwata svelato al Tokyo Motorcycle Show di marzo, si lancia in avanti con decisione, accompagnata dal fischio acuto della cascata di ingranaggi della trasmissione.


La prima moto elettrica Yamaha
Il Trial è un mondo a sé, con soluzioni costruttive e componentistica tutte sue. La ruota posteriore ha i tiranti in mezzo ai raggi e calza un pneumatico (s)gonfiato a 0,8 bar. Tra le gambe non c’è nulla, né serbatoio né sella – anche se la TY-E consente di accomodarsi su una palpebra in carbonio quando si è fermi. Entrare nel mondo dell’elettrico passando da un Trial significa, per un motociclista “normale”, fare un doppio salto mortale.
Eppure per Yamaha questo progetto ha perfettamente senso. Perché di concept elettriche ai Saloni ne aveva già presentate una mezza dozzina. E soprattutto perché stiamo parlando della Casa che 10 giorni dopo la sua fondazione, nel 1955, partecipò alla prima gara di velocità. Il Mondiale Trial-E è l’unica disciplina elettrica titolata, la sua tecnologia è relativamente semplice e Yamaha non ha mai smesso di frequentarla, sia pure allestendo solo poche moto per correre il campionato nazionale giapponese. Ma una Trial presenta, a volte anzi in modo estremo, le stesse difficoltà di tutte le altre elettriche: deve combinare leggerezza e manovrabilità, e l’erogazione del motore deve essere controllabile in modo millimetrico.

Leggi l'articolo completo con la gallery fotografica su DUERUOTE.IT

Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.